Tornano alla ribalta le penne e le voci del giornalismo coratino, da sempre vivaci e attente nel svolgere il ruolo di sentinelle del territorio mediante una corretta e puntuale informazione, al punto da ricevere non infrequentemente importanti riconoscimenti. Questa volta è toccato a Mario Colamartino, decano della categoria giornalistica e volto noto della televisione locale.

Un riconoscimento prestigioso per il giornalista coratino Mario Colamartino
Un riconoscimento prestigioso per il giornalista coratino Mario Colamartino

Da oltre 40 anni nel mondo dell’informazione, il coratino Mario Colamartino – emozionato per le luci della ribalta che notoriamente non ama (preferisce al massimo quelle dello studio televisivo) ha ricevuto il prestigioso riconoscimento “Pestello d’argento” del Circolo della Sanità di Bari dalle mani del presidente dott. Onofrio Lattarulo. La motivazione del premio, condiviso con l’editore Savino Sguera, il prof. Michele Vetrugno (direttore della scuola di oftalmologia dell’Università di Bari) e la professoressa Adriana De Serio (docente di pianoforte del conservatorio di Bari), fotografa perfettamente lo stile dell’attività giornalistica di Mario Colamartino: “Giornalista della terra pugliese, ha contribuito a rendere la notizia un servizio a favore dei cittadini“.

Nella serata di gala, svoltasi presso Villa Romanazzi Carducci a Bari, il dott. Lattarulo ha concluso, non senza emozione, il secondo biennio di presidenza del Circolo della Sanità, «a sostegno della solidarietà e della cultura per la promozione e la crescita della singola persona e della comunità pugliese tutta» non risparmiando parole d’elogio per gli operatori dell’informazione premiati, Savino Sguera e Mario Colamartino, da lui definiti «Personalità del mondo della stampa che si sono sempre distinti nella diffusione delle notizie».

Al collega Mario Colamartino i più calorosi auguri da parte di tutta la redazione de Lo Stradone. L’eleganza, lo stile e la tua professionalità sono un patrimonio per tutti i lettori e gli spettatori televisivi. Ad majora, collega!

 

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments