Lo Stradone cambia la pelle ma non l’anima

Come si sarebbe detto una volta: è un saluto, non è un addio

Lo Stradone compie oggi 40 anni
Padre Emilio D'Angelo, fondatore de LO STRADONE

Il Presidente dell’Associazione “Lo Stradone Editrice”, Corrado de Robertis, indirizza una lettera aperta ai lettori dello “Stradone” che di seguito pubblichiamo.

«Mi rivolgo ai lettori de Lo Stradone.

Cari lettori,

in questi otto anni di collaborazione con il giornale, solo  poche volte mi sono rivolto a voi per comunicarvi  particolari informazioni sull’andamento del giornale.

L’ultimo mio editoriale risale al numero di luglio con il quale davo il benvenuto al nuovo Direttore, il prof. Claudio Rocco. Spiegavo anche la necessità di un ricambio generazionale nella guida editoriale de Lo Stradone, nel solco della tradizione della linea tracciata dal fondatore Padre Emilio D’Angelo.

Si sperava di poter assicurare tale ricambio con una soluzione interna alla redazione, ma ciò non è stato possibile, invece abbiamo trovato un interesse concreto da parte di una realtà coratina della comunicazione, che già da diversi anni è presente con il suo network a Corato e nei paesi limitrofi: CORATOLIVE.

Sono felice che l’associazione abbia deciso di trasferire la testata al gruppo Netnews srl proprietaria del suddetto network.

Conosco i responsabili della società acquirente e mi sento tranquillo che Lo Stradone continuerà a svolgere la sua funzione storica di rappresentare l’informazione libera di Corato. Tant’è che di comune accordo si è deciso di confermare l’attuale Direttore Claudio Rocco, a garanzia della continuità editoriale, ma sicuramente con lo sguardo al futuro, necessario per la crescita e lo sviluppo della informazione.

Non è stato facile portare a termine questa operazione editoriale, ma la grande disponibilità dei soci dell’associazione Lo Stradone Editrice e l’entusiasmo della Corato Live hanno permesso di fondere la storia del giornalismo coratino con la realtà della comunicazione sul web.

Io credo che questa operazione non sia un trasferimento ma una ADOZIONE.

Il mio compito si esaurisce qui, avendo portato la barca in porto, ma pronta per ripartire con le vele spiegate verso il futuro.

Mi appello ai cari lettori affinché rinnovino gli abbonamenti che partiranno con il numero di gennaio, il PRIMO DELLA NUOVA GESTIONE.

Grazie a tutti i lettori e viva LO STRADONE!!

Corrado de Robertis»

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami