Lezioni di volo nella “nuova ” piazza Di Vagno

Prosegue Gusto Jazz, domani sono previsti un tour nel centro storico di Corato e uno spettacolo di danza e cirque nouveaua. Ingresso libero

Lezioni di Volo nella
Lezioni di Volo nella "nuova" piazza Di Vagno

Prosegue il festival “Gusto Jazz” che domani fa tappa in piazza di Vagno con lo spettacolo “Lezioni di Volo (Vola Ariel)” che inizierà alle ore 21:30.

Lezioni di Volo è un singolare contenitore di spettacoli site specific realizzati dalla compagnia ResExtensa diretta da Elisa Barucchieri, il cui obiettivo è quello di realizzare spettacoli ad hoc per alcune delle più belle Piazze d’Italia al fine di esaltarne gli scorci creando un dialogo tra la piazza e i performer.

Per l’inaugurazione del restyling della suggestiva Piazza di Vagno di Corato, all’interno del cartellone di GustoJazz, ResExtensa ha creato lo spettacolo Lezioni di Volo / Vola Ariel dedicando alla quadruplice natura di Ariel spirito dei venti e dell’aria lo spettacolo stesso.

Quattro performer si alterneranno nella piazza personificando Tramontana, Ostro, Zefiro e Levante, i venti dei quattro punti cardinali, con le loro opposte caratteristiche.

Lo spettacolo mixerà diverse tecniche di danza e cirque nouveau per donare al pubblico di Corato un evento unico e suggestivo. Una turbolenta danza del Fuoco, un aulico Cerchio sospeso, un etereo Volo aereo, un romantico passo a due e un emozionatissimo tessuto aereo saranno alcune delle tecniche utilizzate durante Vola Ariel ideato e diretto da Nico Gattullo con la supervisione artistica di Elisa Barucchieri interpretato da Nico Gattullo, Teri Demma, Selvaggia Mezzapesa e Mariangela Massarelli, con il coordinamento artistico di Elio Colasanto.

A precedere lo spettacolo “Corato in tour”, una visita guidata nel centro storico di Corato a cura delle Soc. Coop. Sistema Museo ed una parte teatralizzata, a sua volta divisa in due performance di teatro-musica con due cantanti-attori in location diverse.

Dopo il raduno dei partecipanti presso l’Info Point in piazza Sedile, spiegazione storico-architettonica e trasferimento nell’atrio interno dello spazio privato di Palazzo Gioia, ove ha luogo la prima perfomance: il personaggio è un intellettuale esperto di enogastronomia emigrato da Corato in Germania. La piccola conversazione che farà insieme ai visitatori verterà sui temi del grano, dell’ulivo e della vite, tre elementi fondamentali per la nostra agricoltura, e sul mito che ne ruota intorno. Quindi sul pane, sull’olio, sul vino, che rappresentano quella suggestiva “trilogia mediterranea” attorno a cui ruotano non solo simboli e rituali ma anche economia, cultura e valori propri di questa terra.

A seguire, visita guidata allo spazio museale di Palazzo Gioia e trasferimento nell’atrio interno del Palazzo ex Pretura, ove ha luogo la seconda perfomance: ad accogliere gli ospiti ci sarà Filomena, una donna del sud con una storia molto difficile alle spalle, che ricorda la celebre Marturano di Eduardo, a lungo costretta, per mandare avanti la famiglia, a fare un certo mestiere, di cui si conoscerà il lato culinario, essendo molto brava in cucina. La donna infatti torna a Corato da sua cugina la quale vuole imparare a cucinare il ragù, ma con spaghetti rigorosamente prodotti in loco. Il ragù di Filomena ha una ricetta segreta che lei stessa racconterà.

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami