L’esperienza degli studenti del Tannoia in masseria didattica

Un'esperienza tra tecnologia, economia, e valorizzazione del territorio. Oggi pomeriggio, alle 18, un focus a Torre di Neglie nell’ambito dell’incontro “The Alta murgia Park and its foreigne voice”

L'esperienza degli studenti del Tannoia in masseria didattica
L'esperienza degli studenti del Tannoia in masseria didattica

Una masseria, quella di Franco De Benedittis a Torre di Neglie, Contrada Torre di Nebbia in agro coratino, le mandorle, e gli studenti delle classi I e II AG e II CA, Indirizzi di Amministrazione-Finanza-Marketing e Agraria-Agroalimentare-Agroindustria dell’ITET Tannoia di Corato: ingredienti per una esperienza unica.

L’esperienza della “masseria didattica” ha fatto sperimentare ai fortunati studenti destinatari del PON “La natura nel cuore” l’importanza della sinergia che in agricoltura trova espressione fra tecnologia ed economia.

Sul campo i corsisti del Tannoia sono stati coinvolti nel processo economico e culturale della coltivazione della mandorla, dalla produzione fino alla commercializzazione. Un cammino non facile da percorrere ma che l’esperienza di agronomo di Franco De Benedittis ha reso più agevole e soprattutto ha saputo inserire nella dimensione della valorizzazione del territorio. Con il supporto della prof.ssa Anna Tucci selezionata, assieme a De Benedittis, quale esperta per il Progetto, e la tutor designata, prof.ssa Mariamaddalena Martinelli.

L’esperienza sarà al centro di un focus oggi pomeriggio alle 18 presso la masseria didattica a Torre di Neglie: sarà l’occasione, voluta dal dirigente scolastico prof.ssa Nunzia Tarantini, per discuterne nell’ambito dell’incontro “The Alta murgia Park and its foreigne voice”, con Franco de Benedittis, il dott. Luigi Tedone del dipartimento di Agraria dell’Università di Bari, il dott. Pasquale Cinone, agronomo dell’ “Azienda agricola del sole” Gruppo Casillo, il vice presidente del Gruppo di Azione Locale “Città di Castel del Monte” Massimo Mazzilli, e il dirigente scolastico Nunzia Tarantini.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami