Le Gadit di Corato al TG2 Weekend

Una pattuglia del Nucleo Aree Impervie delle Guardie Ambientali d'Italia ha scortato una troupe del TG2 sino a Torre Disperata

Che l’Alta Murgia sia un territorio affascinante è ormai un’idea ben radicata ben lontano dai nostri confini, al punto che sempre più frequenti sono le apparizioni del territorio protetto nelle guide e nei magazine per turisti e anche in televisione. Ma spesso le viste mozzafiato sono raggiungibili solo da veri esperti e con i mezzi adatti: è quello che deve aver pensato la redazione di TG2 Week-End Estate, la  rubrica del Tg2 dedicata al tempo libero nel fine settimana diretta da Francesca Nocerino, che si è affidata a una pattuglia delle Gadit “Guardie Ambientali d’Italia” – Coordinamento di Corato, per raggiungere uno dei punti più belli dell’Alta Murgia.

Le Gadit a Torre Disperata con la troupe del TG2
Le Gadit a Torre Disperata con la troupe del TG2

Nella puntata andata in onda questa mattina su Rai 2 (disponibile a questo link su Rai Play a partire dal minuto 5:21) uno speciale servizio firmato da Lucia Buffo e montato da Barbara Eleuteri porta i telespettatori dalle bellezze architettoniche di Trani a quelle naturalistiche della Murgia, dal livello zero sul livello del mare ai 682 metri di Torre Disperata, il punto più alto dell’altipiano carsico.
La troupe è stata accompagnata nel cuore della Murgia dal Nucleo Aree Impervie delle Gadit – Sede Territoriale di Corato, grazie alla guida esperta di Francesco Labartino e con il coordinamento del presidente Franco Ventura.

La Murgia dal fuoristrada delle Gadit
La Murgia dal fuoristrada delle Gadit

Sulla nostra pagina Youtube vi proponiamo uno stralcio della trasmissione in cui, oltre le bellezze della nostra Murgia su un canale nazionale, si può apprezzare il lavoro e la capillare conoscenza del territorio da parte delle Gadit (non a caso la collega Lucia Buffo nel servizio consiglia di affidarsi alle associazioni di volontari esperte per raggiungere i luoghi meno accessibili delle Murge e di non avventurarsi in solitaria). Per la sezione coratina dell’associazione Guardie Ambientali d’Italia sicuramente un riconoscimento per l’attività sul territorio, della quale anche Lo Stradone ha beneficiato spesso (ultima, in ordine di tempo, l’inchiesta sui rifiuti), e che è anche attualmente ben evidente con le operazioni di vigilanza da incendi boschivi ad essa affidate nel Parco Regionale Lama Balice in agro di Bari e Bitonto.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami