Svelato il gruppo scultoreo “Le figlie di Maria” – Il video

Terminato il restauro a cura della dott.ssa La Monica. L’opera del Caretta ritorna nell’armadio antico posto all’ingresso della Chiesa Matrice

Svelato il gruppo scultoreo “Le figlie di Maria”
Svelato il gruppo scultoreo “Le figlie di Maria”

È stato svelato ieri sera il gruppo scultoreo rappresentante la Madonna con le “Figlie di Maria”, tornato al suo splendore originario dopo il restauro conservativo effettuato dalla dott.ssa Anna Maria La Monica.

Dopo due mesi di lavoro, non sempre semplice, a causa delle ridipinture che hanno comportato, come previsto dalla restauratrice sin dalle prime settimane, una fase di pulitura difficile, l’opera datata 1912 è stata riconsegnata alla città nei suoi colori originari.

«L’opera versava in condizioni pessime – ha dichiarato la restauratrice – le statue si reggevano a malapena, abbiamo dovuto integrare e ricostruire delle parti andate perse e ripristinare alcune decorazioni originarie che l’autore, Raffaele Caretta, amava molto curare».

La luna, posta ai piedi della Madonna come in ogni statua dell’Immacolata, e la palma di Sant’Agnese non sono originali bensì sono state riprodotte.

Un restauro commissionato da Don Peppino Lobascio che, soddisfatto del lavoro, si augura che la bellezza riemersa di questa opera d’arte, che sarà ancor più valorizzata con l’installazione di luci all’interno dell’armadio dove sarà riposta nuovamente, possa permettere ai fedeli di non passarci davanti con indifferenza ma di soffermarsi per pregare.

«Perché attraverso la bellezza e la venerazione ci si può avvicinare a Dio» ha affermato Don Peppino.

Un grazie unanime è stato rivolto al Rotary Club Corato, presieduto dal dott. Gianfranco Tarantini, che ha preso a cuore l’iniziativa di restauro e ha contribuito a finanziarlo.

 

 

 

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami