L’architettura e archeologia di Corato viste da un drone

L'Archeoclub di Corato organizza per sabato 16 febbraio, alle 18.30, nella Sala Verde del Comune di Corato, il convegno dal titolo: “Corato, Droni tra Architettura e Archeologia” per sensibilizzare ed educare alla conoscenza e all’uso responsabile del patrimonio culturale

L'architettura e archeologia di Corato viste da un drone
L'architettura e archeologia di Corato viste da un drone

L’Italia dispone del più grande patrimonio culturale al mondo – con le sue città d’arte, il paesaggio, i musei, i siti archeologici, le biblioteche e gli archivi – ammirato ed invidiato da tutti.

In linea con tali premesse, l’Archeoclub di Corato intende valorizzare questo patrimonio con l’obiettivo di avvicinare a questo prezioso patrimonio il più alto numero possibile di persone. Ecco perché organizza per sabato 16 febbraio, alle 18.30, nella Sala Verde del Comune di Corato, il convegno dal titolo: “Corato, Droni tra Architettura e Archeologia”.

«La moderna tecnologia digitale rappresenta un valido strumento in grado di garantire “contesto e sviluppi attuativi” al diritto di ogni cittadino ad essere educato alla conoscenza e all’uso responsabile del patrimonio culturale – fanno sapere dall’Archeclub – Tutto nella convinzione che il patrimonio culturale, oltre ad abilitare processi di costruzione identitaria, rappresenti sempre più un volano di sviluppo ed una risorsa strategica, fortemente orientata all’innovazione tecnologica ed ampiamente corredata di notizie, mappe digitali, informazioni, foto e filmati, relative ad aree archeoligiche e naturalistiche, complessi monumentali, spazi museali e luoghi di fruizione collettiva.

Questa impostazione, se da un lato si conforma ai principi e alle strategie della valorizzazione integrata territoriale del patrimonio culturale, dall’altro rispecchia il ruolo di centralità assunto dai cittadini, inteso come capacità di riconoscere la loro identità in quel patrimonio, di riconoscerlo come proprio e, di conseguenza, di cooperare per la sua conservazione.

Pertanto, nell’ambito della programmazione 2019, l’Archeoclub  ha inteso progettare attività di comunicazione e valorizzazione, attraverso eventi dedicati, tra cui “Corato, Droni tra Architettura e Archeologia”, attribuendo una speciale rilevanza a interventi relativi all’accessibilità, sia fisica che culturale, dei luoghi della cultura presenti nel nostro territorio e non solo, nei quali  tutela e valorizzazione vanno considerate come due facce della stessa medaglia, con l’obiettivo doveroso di dare maggior consapevolezza dell’ampiezza e della rilevanza del patrimonio culturale con pieno spirito di servizio».

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami