L’ANGOLO DELL’AMARCORD. CORATO – OTRANTO 1-2 (2017/18)

I ricordi del Presidente dell'Otranto Giovanni Mazzeo

Corato. Amarcord1

A cura di Nico Como

Altra sfida di fresca produzione, quella tra le 2 compagini che si affronteranno domenica 21/9 a Ruvo, nella 3^ giornata di Eccellenza, Corato – Otranto.

Il primo incontro, risale solo alla 2^ giornata di andata della stagione 2017/18.

Il Corato, veniva dalla vittoria a Vieste, double-face, in cui aveva dominato nel p.t., rischiato tanto nella ripresa, vincendo su autorete, al 92′, propiziata da Felice Iacobone.

«ll Corato, era tra le favorite, alla vigilia», ci dice l’amico Giovanni Mazzeo, Presidente dell’ Otranto, piccolo imprenditore e grande intenditore di calcio, con trascorsi da calciatore, che con sapienza e poche risorse da ben 5 stagioni, è fautore del miracolo della piccola cittadina salentina.

«Noi arrivammo a Corato, dati da tutti come agnello sacrificale. Ma poi, con una squadra giovanissima, compimmo una grande impresa».

Infatti, andati in svantaggio, ad inizio ripresa, con rete di Di Rito, ribaltarono il risultato, con 2 ripartenze micidiali, complici 2 suicidi collettivi neroverdi, che nel caso del pareggio, erano addirittura in 9 in prossimità dell’area avversaria, a cui si aggiunse un errore di comunicazione nell’occasione della rete dell’1-2 allo scadere. Era l’impresa di Davide che sconfigge Golia, con pan per focaccia, restituita nel ritorno dove il Corato si prende la rivincita con lo stesso risultato.

Il Presidente Mazzeo aggiunge: «sarebbe bello e sarei felice, se si ripetesse il tutto per compensare la sconfitta casalinga col Trani di domenica scorsa». Un po’ ingordo, che dite? Ma se vinse il primo anno, pareggio’ il secondo (0-0), per la legge dei grandi numeri, manca l’1. La numerologia dice questo, vedremo il campo.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami