“L’amore è la risposta” presentato a Corato

Il Presidio del Libro di Corato, in collaborazione con la Libreria Ambarabacicicocò, ha organizzato la presentazione del libro "L'amore è la risposta", opera prima dell'autrice barese Ivana Salvemini

Presentazione del libro
La libraia Giada Filannino dialoga con Ivana Salvemini

Gli accoglienti spazi della Libreria Ambarabacicicocò di Corato hanno ospitato nel pomeriggio del 15 febbraio la scrittrice barese Ivana Salvemini, per presentare il suo primo romanzo “L’amore è la risposta“, Edizioni L’Erudita.

L’incontro, organizzato dal Presidio del Libro di Corato in collaborazione con la libreria, è stato moderato dalla libraia Giada Filannino. Ad accompagnare il dialogo con l’autrice, delle letture di brani tratti dall’opera a cura dei Donatori di Voce.

L’amore è la risposta“, come canta John Lennon in “Mind games”: «L’amore è la risposta a ogni domanda, ne sono convinta», racconta Ivana Salvemini. «Se tutti noi facessimo ogni attività con un po’ più d’amore, il mondo sarebbe un posto decisamente migliore».

Fil rouge dei racconti racchiusi nel libro è, infatti, proprio l’amore, inteso sotto mille forme e declinato attraverso le sue sfumature più varie. Il romanzo è ambientato principalmente nella città di Bari ma, in alcune sue pagine, assume una dimensione intima e discreta, tipica dei piccoli paesini di provincia: «Ho sempre trovato affascinante l’osservare le vite altrui scorrere, vicine», confessa l’autrice.

Così, il libro presenta un’interessante struttura narrativa, come spiegato dalla libraia Giada Filannino. Le storie raccontate nel volume, infatti, solo apparentemente sono tra loro indipendenti: «Scorrono parallele, come le nostre vite. Ma in ognuna di esse, c’è un elemento che le avvicina e che le lega. Viaggia sotteso, poi, il filo conduttore: l’amore». 

Vito, Nadia, Giulia: sono questi solo alcuni dei protagonisti delle storie raccontate ne “L’amore è la risposta“. Vite che si intrecciano, che si incontrano e si sfiorano, senza entrare realmente in contatto. Tutto pare legato da una relazione di casualità e causalità: «Nella libertà della scelta, tra le infinite strade che potremmo percorrere, si riflette il dramma della vita umana», aggiunge la libraia.

Una colonna sonora, poi, permea il tessuto narrativo, per completarlo. Come spiegato da Ivana Salvemini: «Ci sono situazioni, anche nella musica, universali e soggettive allo stesso tempo. E questo libro è rivolto alle persone che non vogliono perdere la speranza. Dopo una lunga notte, non dobbiamo mai dimenticare che la luce del mattino torna sempre».

A chiosare la serata, i saluti di Serena Petrone, responsabile del Presidio del Libro di Corato: «Questo incontro è nato sotto una buona stella. Come racconta Ivana nel suo romanzo, siamo qui perché i nostri destini si sono incrociati, per merito di tante coincidenze». 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami