La profonda crepa di via Carlo Alberto, otturata con una operazione sommaria

Nei primi giorni di maggio la ruota anteriore di una Smart precipita in una buca apertasi improvvisamente su via Carlo Alberto, angolo via Fratelli Bandiera. 

La spaccatura non è molto ampia ma risulta profonda alcuni metri. Viene segnalata artigianalmente con un fusto di pittura sormontato da un contenitore di detersivo liquido legati tra loro da qualche giro di scotch da qualche solerte cittadino.

Il giorno dopo vengono posizionate due transenne del Comune di Corato e coni stradali segnaletici. Nella mattinata del 6 maggio si tiene il sopralluogo da parte di alcuni addetti ai Lavori Pubblici dell’ufficio tecnico comunale che ispezionano anche i tombini adiacenti.

Nel pomeriggio dello stesso giorno due operai di una ditta di Ruvo di Puglia scaricano da un camion qualche palata di catrame e chiudono lo squarcio. Per comprimerlo, in assenza del rullo compressore, passano sopra al rappezzo con la ruota posteriore dell’automezzo. Poi (generosamente) sistemano anche una crepa a pochi passi di distanza. Il camion si sposta e già l’asfalto con cui è stata riparata la prima buca appare infossato, quindi provvedono a rabboccarlo ulteriormente. Qualche cittadino, residente nei pressi e che assiste alla scena, si ribella a questo intervento un po’ sommario.

E’ noto che la zona è ricca di cantine sotterranee, soggette ad allagamenti soprattutto in concomitanza di piogge ricorrenti, ed i proprietari dei fabbricati non vorrebbero che la situazione venga ulteriormente pregiudicata dalle infiltrazioni provocate da questi avvenimenti.

La risposta, anche se brusca, non si fa attendere: «E’ solo un rimedio momentaneo – ribattono gli operai – per evitare incidenti a sorpresa e per ripristinare la viabilità, intralciata dalle transenne. Tra qualche giorno verranno prodotte soluzioni più adeguate».

Speriamo non si attenda l’apertura di una prossima voragine, magari più pericolosa.

{igallery id=”3645″ cid=”20″ pid=”1″ type=”classic” children=”1″ showmenu=”1″ tags=”” limit=”10″}

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami