La palestra Fornelli senza riscaldamento, insorgono i genitori

Insorgono i genitori: «I bambini si allenano al freddo e al gelo. Il commissario prefettizio risolva la situazione»

La palestra Fornelli senza riscaldamento, insorgono i genitori
Il riscaldatore elettrico installato a spese della Polis Corato nella palestra Fornelli

Come ogni inverno, anche quest’anno nella palestra comunale “Fornelli” è tornato il freddo. Ormai non si contano più i mesi e i giorni in cui l’impianto di riscaldamento non funziona, costringendo i bambini e i ragazzi che la frequentano ad allenarsi con temperature estremamente basse, soprattutto in questi giorni particolarmente rigidi.

Il problema non tocca soltanto gli iscritti della Polis, società che ospita al Fornelli i propri corsi di pallavolo e sul cui campo disputa alcuni campionati giovanili, ma anche gli alunni della omonima scuola, che frequentano la palestra durante le ore scolastiche.

«Tutto ciò è inammissibile – fanno sapere i dirigenti della Polis Corato – I genitori dei nostri iscritti sono venuti a reclamare alla società una situazione diventata ormai insostenibile e noi, insieme a loro, dopo le ripetute segnalazioni degli anni scorsi, oggi non possiamo far altro che appellarci al commissario prefettizio affinché intervenga per risolvere un problema ormai atavico».

Infatti, per tamponare una situazione già critica sin dalle scorse stagioni sportive, dovuta al cattivo funzionamento dell’impianto di riscaldamento della struttura, l’Amministrazione Mazzilli aveva provveduto a dotare la palestra di un riscaldatore a gasolio. Soluzione, tuttavia, che non si era rivelata particolarmente idonea sia per il cattivo odore prodotto dallo stesso, sia per la necessità di dover provvedere ripetutamente al rifornimento di gasolio, sia per la sua incapacità a riscaldare adeguatamente l’ambiente. Tant’è che il riscaldatore ben presto non è stato più utilizzato.

In realtà, ciò di cui necessita la palestra Fornelli è un nuovo impianto di riscaldamento, già nei programmi della precedente Amministrazione comunale che, dopo aver disposto i lavori di ristrutturazione negli spogliatoi e nei bagni, si sarebbe dovuta occupare proprio del rifacimento di tutto l’impianto.

«Visto che nulla è stato fatto finora, e poiché ci teniamo alla salute dei nostri iscritti che consideriamo come dei figli – aggiunge la società – chiediamo al commissario prefettizio di Corato, Rossana Riflesso, di intervenire per risolvere un problema che rientra nell’ordinaria amministrazione della città e restiamo a disposizione per un eventuale incontro chiarificatore della situazione».

Intanto, per sopperire ai disagi, venerdì scorso la società ha posizionato all’interno della palestra Fornelli un riscaldatore elettrico, acquistato a proprie spese, ma si tratta ancora una volta di una ennesima soluzione temporanea che non sottrarrà di certo i bambini dal freddo.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami