La “Madonna del Grano” di Gregorio Sgarra inaugura il progetto “Per un pugno di terra”

Grande entusiasmo e meraviglia il 17 maggio nel Cluster Cereali e Tuberi dove i visitatori hanno potuto assistere alla creazione real time dell’opera d’arte la Madonna del Grano a cura dell’artista coratino Gregorio Sgarra.

Protagonista dell’opera il grano, argomento cardine del progetto “NEL NOME DEL PADRE, storie di grano e di terra” promosso da Casillo Group e ideato da Carlos Solito per Expo Milano 2015, con i cui chicchi, colorati con pigmenti naturali, Gregorio Sgarra ha dato forma a una rivisitazione della Madonna Odegitria, “un tipo di iconografia cristiana diffusa in particolare nell’arte bizantina e russa del periodo medioevale”. Riproduzione fedele dell’originale con tocchi di innovazione dati dall’utilizzo dei chicchi di grano e dalla sostituzione della pergamena, che il Bambino stringe nella mano sinistra, con un fascio di spighe di grano.

madonna del grano sgarra

Un’opera di 4mx3m, costituita da diversi pannelli successivamente assemblati, che ha meravigliato i visitatori per bellezza, originalità e maestosità. Un’opera d’arte impegnativa che Gregorio Sgarra porterà a termine a Giugno durante un secondo incontro dedicato al suo estro creativo che, per l’occasione, si è fuso con una materia prima tanto nobile quanto vitale.

Ambra, oro, marrone e giallo: questi i toni della terra, ottenuti da pigmenti naturali, con cui Gregorio Sgarra ha colorato i chicchi di grano che sono poi serviti a dare corpo alla sua Madonna del Grano, mettendo in risalto la parte in oro tipica delle icone bizantine per dare all’opera la bellezza che merita.

Un lavoro di grande levatura artistica che ben si inserisce nel progetto “Per un pugno di terra”, il nome degli appuntamenti dedicati all’arte racchiusi “NEL NOME DEL PADRE, storie di grano e di terra”, il grande progetto con il quale Casillo Group, main parner dell’official sponsor Farine Varvello del Cluster Cereali e Tuberi, partecipa a Expo 2015 per raccontare la sua storia e il suo lavoro, radicato nella tradizione, ma anche attento al contributo delle tecnologie e alla qualità dell’alimentazione.

madonna del grano sgarra completa

Radicamento al territorio, valorizzazione dei suoi frutti e dei suoi talenti (nella ricerca, nell’arte, nella letteratura, ecc): questo il messaggio che Casillo Group sta lanciando attraverso il fitto numero di appuntamenti, circa 90, che segneranno i suoi sei mesi all’Expo Milano 2015.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz