La giornalista Asmae Dachan a Corato per parlare della Siria

La giornalista italo-siriana in Biblioteca per illustrare la questione siriana, una guerra che ci appartiene

Siria: parla Asmae Dachan
Asmae Dachan

Si intitola “Siria: la guerra che ci appartiene” l’incontro-dibattito organizzato dall’interassociativo di Corato Rete Attiva, che si terrà mercoledì 13 novembre, alle ore 18.30 presso la Biblioteca M.R. Imbriani, con Asmae Dachan, giornalista e scrittrice italo-siriana.

Da sempre attenta osservatrice degli eventi internazionali, Asmae Dachan esporrà il suo punto di vista sull’attuale situazione della Siria, in cui vari interessi e vari protagonisti s’incontrano e si scontrano in una guerra che ci appartiene.

Con Asmae Dachan dialogherà la giornalista Tiziana Di Gravina.

Immagina che dalla finestra
non entri più la luce del sole
né il chiarore della luna
che sparisca allo sguardo
la meraviglia del mondo.
Immagina che dalla finestra
tu veda solo polvere e tenebre.
solo sangue e lacrime
di donne e uomini e bambini.
Immagina che cada la finestra
immagina le macerie
immagina cos’è oggi la Siria.

Asmae Dachan, di origine siriana, nasce ad Ancona. Scrive per numerose testate nazionali tra cui Panorama, Avvenire, Antimafia 2000 e The Post Internazionale, occupandosi di esteri, in particolare Medio Oriente e Nord Africa, di immigrazione, diritti umani, dialogo interreligioso e interculturale.

Ha pubblicato romanzi e libri di poesie e ha vinto numerosi premi per reportage sulla Siria “Premio per la pace e l’amicizia tra i popoli” per il reportage “Porto franco”. L’Università della Svizzera per la Pace l’ha nominata a vita “Ambasciatrice di Pace”; è inoltre consigliere permanente dell’Università per la Pace delle Marche.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami