La carica dei 110 Iron Kids a Corato, fa festa il baby ciclismo

Gran Premio della Liberazione a Corato per la seconda tappa Iron Kids 2019. Tanta partecipazione ed elevato tasso tecnico sul percorso di via Gravina allestito dal team Eurobike

La carica dei 110 Iron Kids a Corato, fa festa il baby ciclismo

Gran Premio della Liberazione. Il nome è di quelli altisonanti per chi ama il ciclismo. Il pensiero va subito allo storico appuntamento romano delle Terme di Caracalla, quest’anno per la prima volta non disputato in sette decadi di storia, o ai tanti trofeo omonimi sparsi in Italia. Di certo quello disputato ieri a Corato sul percorso di via Gravina non appartiene al novero di così grandi classiche, ma ha una peculiarità tutta sua. È dedicato ai giovanissimi, nell’ottica di crescita del vivaio pugliese che l’Iron Kids 2019, circuito nato per gemmazione dal capostipite Iron Bike Puglia, si è prefissata come veicolo primario di promozione ciclistica tra i più giovani.

Per la seconda tappa dell’Iron Kids, Corato ha ospitato 110 piccoli atleti provenienti da tutta la provincia di Bari e da quella BAT, con l’organizzazione curata dal Team Eurobike Corato. Complice un meteo primaverile da gita fuori porta, atleti, genitori e accompagnatori hanno vissuto un momento conviviale sia prima che dopo la gara (prevista nel pomeriggio) in piena sinergia con lo spirito del circuito.

Disegnato da Maurizio Carrer e già teatro in inverno delle sfide nel ciclocross, il percorso di via Gravina ha presentato diverse asperità tecniche, che hanno messo a dura prova la preparazione dei piccoli atleti con il grande vantaggio di essere al riparo dal traffico veicolare. Crescente il grado di difficoltà con l’età dei corridori; di particolare rilevanza la gimkana in salita e i numerosi cambi di ritmo anche altimetrici.

CONFEREME E NUOVE SORPRESE – Tra i debuttanti della G1 (7 anni) hanno tagliato per primi il traguardo Andrea Saracino (Scuola di ciclismo Franco Ballerini – Bari) e la conferma Sofia Karol Fracchiolla (Avis Bike Ruvo), disputando la gara sulla lunghezza di un solo giro. Colori coratini in evidenza nella G2 (8 anni – 3 giri di gara) con il primato del figlio d’arte Oscar Carrer (Team Eurobike) e la bella affermazione di Sofia Pagano (Avis Bike Ruvo) tra le ragazze.

La numerosissima categoria G3 si è confrontata invece su un percorso leggermente più complesso, sulla distanza di 4 giro. Eccellente la conferma di grinta e gambe per Gabriele Lanotte (Ludobike Bisceglie), così come quello della ruvese Noemi Fracchiolla (Avis Bike), prima delle ragazze e di tutti gli altri maschietti ad eccezione di Lanotte. Sui cinque giri della categoria G4 (10 anni) prima vittoria per il biscegliese Nicolò Rana (Ludobike) e conferma per Mariagrazia Fracchiolla (Avis Bike Ruvo).

Tra i più grandicelli della G5 (11 anni) la festa è tutta di casa, con i colori coratini sul gradino più alto del podio grazie a Giuseppe Bassi e Mirella Piarulli (Team Eurobike) su un percorso ancora più lungo e complesso con alcuni tratti particolarmente tecnici. Sullo stesso tracciato, ma sulla distanza di otto giri, show di Silvio Carrer (Team Eurobike) e di Giada Antonia De Bari (scuola di ciclismo Ludobike Bisceglie).

OTTO SCUOLE DI CICLISMO – Otto le società sportive e le scuole di ciclismo che si sono presentate ai nastri di partenza della seconda tappa Iron Kids a Corato. Sommando i punteggi di tutte le sei gare di giornata lo scettro di migliore società va alla scuola di ciclismo Ludobike Bisceglie, seguita sulla piazza d’onore dall’Avis Bike Ruvo e dal Team Bike Revolution Palo del Colle, sul podio per un solo punto davanti alla Spes Alberobello e al team Eurobike Corato. Seguono la scuola di ciclismo Franco Ballerini – Bari, la Velosprint Barletta e la New Bike Andria. Sommando i punti della gara di Ruvo la classifica generale di società (premiazione a Palo del Colle il 30 giugno) è la seguente:

  • Scuola di ciclismo Ludobike Bisceglie (153 punti)
  • Avis Bike Ruvo (116 punti)
  • Spes Alberobello (74 punti)
  • Team Bike Revolution Palo del Colle (72 punti)
  • Team Eurobike Corato (61 punti)
  • Scuola di ciclismo Franco Ballerini – Bari (26 punti)
  • Velosprint Barletta (13 punti)
  • New Bike Andria (6 punti)

PRIMO MAGGIO A BISCEGLIE – Per quarant’anni la Festa dei Lavoratori è concisa a Bisceglie con un omonimo trofeo ciclistico, storica gara su strada oggi non più in calendario, il cui testimone sarà però preso dai più piccoli. Largo, ancora una volta, al vivaio: la terza tappa dell’Iron Kids 2019 si terrà presso il Bike Park di Largo Bartolomeo Colangelo, curato e gestito dalla scuola di ciclismo Ludobike. Mercoledì 1 maggio la riunione tecnica è fissata alle ore 9:15; la prima delle sette partenze alle ore 10:00. Iscrizioni aperte sul portale federale Fattore K (ID gara:147534 – codice gara G008 – codice società 14Y1576).

Si tratterà però di una festa doppia. All’Iron Kids sarà anche affiancato il Trofeo Coni, speciale gara ad eliminazione (“XCO Eliminator”), corsa di staffetta a squadre riservata alle categorie G4, G5 e G6. Le gare si disputeranno in alternanza con le partenze dell’Iron Kids e la società prima classificata si guadagnerà il gettone di partecipazione alle finali nazionali di specialità in programma a Crotone.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami