Komorebi 2019: una notte in ricordo di Francesco Ludovico Tedone

Nella notte fra l'11 e il 12 luglio l’evento commemorativo in memoria dello studente coratino, vittima del disastro ferroviario del 12 luglio 2016

Komorebi 2019, Francesco Ludovico Tedone
Komorebi, in ricordo di Francesco Ludovico Tedone

Si svolgerà eccezionalmente di notte l’edizione Komorebi 2019, l’evento commemorativo organizzato dall’Associazione Francesco Ludovico Tedone in memoria dello studente diciassettenne coratino, vittima del disastro ferroviario del 12 luglio 2016.

Diversamente dalle scorse edizioni, quest’anno Komorebi diventa un incontro notturno e a contatto con la natura, sottolineando il forte bisogno di vicinanza e contemplazione. L’evento avrà, infatti, inizio alle ore 23.00 dell’11 luglio e si protrarrà per tutta la notte fino agli albori del 12 luglio, in Strada Esterna Bracco, 51, dove sarà allestita anche un’area adibita a campeggio all’interno dell’uliveto.

Musica, arte in tutte le sue sfaccettature e sogni, con le esibizioni e le performances dei vari artisti che hanno aderito all’iniziativa, in nome dell’unione nel ricordo di Francesco Ludovico Tedone.

“Komorebi” è una parola giapponese, intraducibile nelle altre lingue, e che può essere resa con la perifrasi “la luce del sole che filtra attraverso i rami degli alberi”. «Per noi, Komorebi è ormai uno stile di vita, è la luce di Francesco che filtra attraverso il mondo» comunicano dall’associazione.

«Da quel 12 luglio 2016, abbiamo deciso che avremmo portato avanti i suoi sogni, accompagnati dai sogni di tutti noi, e Komorebi è un invito aperto a tutti perché possiamo farcela solo insieme». Ragazzo dai mille interessi e dalla spiccata intelligenza, Francesco aveva fatto sua la cultura giapponese dopo aver vissuto un’esperienza di anno in Giappone. «Immerso nella cultura che aveva sempre sognato, ha imparato tante cose e ha scoperto la bellezza dell’arte e dello sport. Questo è ciò che noi vogliamo fare per ricordarlo: spronare le persone a coltivare i propri sogni e le proprie passioni, proprio come aveva fatto Francesco, per non dimenticarci mai di rispondere alla morte con la vita».

L’ingresso è riservato ai tesserati dell’associazione Francesco Ludovico Tedone. Apertura cancelli prevista alle ore 22:00.

Il programma

Performance musicali
  • Intro “Eco luminosa” di Nica
  • The Psyco Group
  • Kaput Blue & Monako
  • “Esperienza sinestetica” di Stefano De Benedittis e Francesco Pio Marcone
  • Claudia “Stream of consciousness”
  • Concerto all’alba dei Nidoja
Performance teatrali ed artistiche
  • “Figli di madre terra” – Teatro delle Molliche, in collaborazione con Morpheus Ego e Centro di Orientamento ed Educazione Teatrale
    • Proiezione Cortometraggio
    • Letture interpretate dagli allievi attori. Scritti e poesie di Francesco Martinelli e Alessandro De Benedittis.
    • Interventi di: Francesco Martinelli e Michele Pinto (regista del corto).
  • Monologo di Giuseppe Matt con Teatrificio 22
Performance di danza
  • “Abracadabra” delle allieve della scuola Arte e Balletto
  • South Style Crew
  • Solo di Anna Lops
  • “Sospesi nella riflessione” di Doriana Sparano e Angela Procacci, coreografia di Sabrina Scioscia, video mapping a cura di Alessandro Vangi
Angolo poetico

Aurora Taranto
Renata La Serra
Manuela Marcone

Installazioni ed esposizioni artistiche
  • “Uno strano sogno, il mio” di Tiziana Tedone
  • Installazione Site Specific di Titti Maffiola e Noemi Isabella Acquatico
  • “Perseveranza” installazione di Raffaella Carnicella
  • “Biodegrado urbano” estemporanea xilografica di Alessandra Riccardi
  • “Marta” di Gianluca Vernice
  • “Amor fati” di Claudia Leo
  • “Effetto farfalla” di Rosanna Calò
  • “Tarassaco” di Alessia Diaferia
  • “Le cose del mondo” di Davide Marrone
Game area

Area dedicata a vecchi e nuovi giochi con postazioni pc, switch, giochi da tavola.

Camping area

All’interno dell’uliveto ci sarà uno spazio adibito al campeggio

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami