Indagine sui servizi erogati dal Comune, i cittadini sono insoddisfatti

L’esito di una indagine effettuata dal Movimento Civico Uniti Per Corato traccia il quadro del gradimento dei cittadini rispetto ai servizi erogati dall’ente comune ed il quadro delle priorità che i cittadini vorrebbero vedere concretizzate.

Il Movimento Civico “Uniti per Corato” ha realizzato un’indagine statistica, avviata il 3 aprile 2013, finalizzata a valutare il livello dei servizi elargiti nella città di Corato e le priorità espresse dai cittadini. 

Si precisa fin da subito che le valutazioni espresse dai cittadini costituiscono semplicemente la percezione che questi hanno della qualità dei servizi elargiti dall’ente Comune e non un valore assoluto.

Lo strumento predisposto per la raccolta dei dati è stato il Questionario che rappresenta lo strumento di rilevazione più utilizzato nelle indagini statistiche, somministrato prevalentemente attraverso internet (sito web www.unitipercorato.it e pagina facebook.com/UnitiPerCorato).

La tecnica di intervista utilizzata per l’indagine è stata quella dell’auto compilazione, molto efficace laddove si ritiene che la popolazione presa in esame sia ben disposta a collaborare alla ricerca.

Il questionario si compone di tre semplici sezioni:

  1. nella prima è stato richiesto di inserire, nel rispetto dell’anonimato, alcuni dati anagrafici;
  2. la seconda è dedicata alla domanda “Come giudichi il livello dei seguenti servizi, per la città di Corato?” Le risposte a tale domanda hanno permesso di esprimere il grado di soddisfazione circa il livello di alcuni servizi che tipicamente sono elargiti in un comune (si è chiesto quindi di indicare un giudizio su una scala di misurazione numerica da 1 a 5 in cui 1 è il punteggio minimo e 5 il punteggio massimo);
  3. la terza sezione è relativa alla domanda “Se tu fossi il sindaco, su cosa investiresti prioritariamente  per    rendere più vivibile e attrattiva la città di Corato?” Le riposte a tale ulteriore domanda hanno consentito di indicare massimo 5 interventi considerati prioritari per l’azione amministrativa.

All’esito dell’indagine, un primo dato osservato è la media dei punteggi assegnati dal campione ad ogni servizio.

Emerge come un solo valore superi il punteggio “3” (su un massimo di 5): si tratta della “rete idrica e fognaria”; un punteggio vicinissimo al “3” lo ottiene la voce “asili e scuole”. Entrambi sono esempi di casi (ce ne sono infatti altri) in cui ci si è soffermati solo sull’analisi totale, in quanto non sono state riscontrate variazioni significative per diversa tipologia di carattere (età, professione, ecc.).

Tutte le altre voci si attestano su punteggi che vanno da un minimo di “1,82” (relativo a “aree ricreative”) ad un massimo di “2,86” (relativo a “raccolta rifiuti”).

Quanto alla seconda domanda, si è rilevato che il 58,82% dei cittadini facenti parte del campione statistico considera prioritario un intervento relativo a garantire maggiore sicurezza dei cittadini e dei commercianti.

L’indagine statistica completa è consultabile sul sito del movimento www.unitipercorato.it.

Dopo gli interessanti dibattiti su Etica e Politica e Corato Smart City, con tale indagine statistica il Movimento civico Uniti per Corato prosegue nella propria attività propositiva, con l’unico intento di contribuire al miglioramento del paese attraverso la partecipazione attiva di tanti cittadini, accomunati esclusivamente dalla consapevolezza che l’impegno per la propria comunità è un dovere civico e deve essere svolto con generosità e altruismo, in modo trasparente e costruttivo.

Il Movimento Uniti per Corato organizzerà in autunno un “incontro-dibattito” pubblico, per discutere dell’indagine statistica e far emergere utili suggerimenti per la definizione di obiettivi più rispondenti alle esigenze della collettività.

A tal fine, invita i cittadini a compilare il Questionario al fine di poter ampliare il campione ed aggiornare l’indagine statistica.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz