Il Rugby Corato compie 5 anni

Il giorno del 5° compleanno della ASD è coinciso con l'ultima gara ufficiale giocata da una formazione coratina nella stagione 2018/2019, la ricorrenza ha portato bene alla Corgom Under16 che ha vinto in trasferta a Potenza

Il Rugby Corato compie 5 anni
La formazione Under16

Questa settimana ha compiuto 5 anni il Rugby Corato ASD, fondato il nei primi giorni di maggio del 2014 dai 7 soci fondatori Sabino Lotito, Roberto Strippoli, Enzo Mascoli, Michele Strippoli, Vito Conca, Benedetto Di Gioia e Claudio Strippoli.

Il giorno del 5° compleanno della ASD è coinciso con l’ultima gara ufficiale giocata da una formazione coratina nella stagione 2018/2019, la ricorrenza ha portato bene alla Corgom Under16 che ha vinto in trasferta a Potenza.

Ce ne sono stati di coratini e ruvesi che hanno giocato a rugby o si sono cimentati con la palla ovale, nei cinque anni di vita della ASD e, più in generale sin dal marzo 2010, quando è stato tenuto il primo corso di avviamento al rugby.

Se dopo questi anni parrebbe conseguito l’obiettivo di far conoscere questo gioco nella Città di Corato, non mancano gli obiettivi per istruttori e allenatori, cercando di far crescere il rugby coratino per numero praticanti, soprattutto fra i più giovani.

La attività di divulgazione del gioco nelle scuole è forse il fiore all’occhiello di questa ASD, per il terzo anno consecutivo tutte le classi delle quattro scuole medie cittadine hanno vissuto almeno un’ora di avviamento al gioco con la compresenza tra i professori di educazione fisica e gli istruttori del Rugby Corato.

Il Rugby Corato ASD è nato dalla forza di volontà di fare sport a Corato, da soci fondatori cui è stato negato questo diritto, che hanno dovuto giocare sempre fuori dalla propria Città, in quelle vicine come Trani, Ruvo, Bitonto e Barletta, o in quelle più lontane come Roma, Torino o la Calabria.

A distanza di cinque anni dalla fondazione, tra quattro stagioni sportive con campionati disputati, sei obbligatorietà raggiunte (2 seniores, 2 under18, 1 under16 e 1 under14) e, una crescita costante dei tesserati, la Associazione sportiva dilettantistica ancora non è stabile. Permangono le difficoltà legate alla preclusione/esclusione del Campo in manto erboso del Campo sportivo Comunale di Corato.

Insieme al cercare di portare sempre più coratini a giocare a rugby, la sfida più grande nel futuro del Rugby Corato è proprio quella legata al poter disputare le gare casalinghe e gli allenamenti sul campo in manto erboso della principale struttura pubblica cittadina.

Oggi come nel 2014 il Rugby Corato lotta per sopravvivere e per crescere.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami