Il Rugby Corato chiude il campionato 4^ in classifica

Delle 13 partite disputate nel girone di serie C2 "Puglia-Basilicata-Calabria", 6 sono state vinte e 7 perse, per un totale di 28 punti

Il Rugby Corato chiude il campionato 4^ in classifica
Il Rugby Corato chiude il campionato 4^ in classifica

Con la trasferta di Bitonto e l’ultima gara ufficiale, la Corgom Seniores Rugby Corato ha concluso il Campionato Seniores di Serie C2 Girone “Puglia-Basilicata-Calabria”.

Delle 13 partite disputate nel girone, 6 sono state vinte e 7 perse, per un quarto posto nella classifica finale del campionato frutto dei 28 punti conquistati sul campo, a tutte le squadre sono stati decurtati i punti conquistati contro l’unica ritirata (per il Corato i 5 punti di Amatori Taranto – Corato 10-24 (1-4 mete) disputata a dicembre 2018).

Nei 15 impegni stagionali della stagione sportiva (compresi due TestMatch) sono scesi in campo 39 giocatori che si sono guadagnati almeno un ‘Cap’ (I caps corrispondono alle presenze di un giocatore con una certa squadra, l’espressione trova origine nel fatto che nel rugby, un tempo era tradizione avere in regalo un berrettino, appunto un “cap”, per ogni partita giocata con quella squadra).

Rispetto alla rosa della stagione precedente, sono scesi in campo 3 giocatori in più, con 10 giocatori nuovi e 7 che hanno lasciato la squadra la scorsa estate.

La rosa della stagione appena conclusa ha potuto contare su 4 giocatori provenienti da Ruvo, 3 da Altamura, 2 da Terlizzi, 1 da Bitonto, 1 dal Gambia, 1 dalla Costa d’Avorio e 27 coratini.

In cima alla classifica dei più presenti della stagione 2018/2019 ci sono ben tre giocatori, ciascuno senza aver saltato nemmeno una gara: Francesco Campanale, Marco Gadaleta e Claudio Strippoli, che succedono a Edoardo Marchese come “sempre presenti”.

Nel computo dei Caps allargato alle stagioni 2017/18 e 2018/19 Francesco Campanale e Claudio Strippoli hanno 32 presenze su 33 partite.

Il risultato generale stagionale indica un miglioramento rispetto alle cinque vittorie e al sesto posto finale della classifica 2017/2018, ottenuto giocando tutte le gare ‘casalinghe’ lontano da Corato, 3 a Trani sul campo della “Polisportiva ‘Ponte Lama’ “ e tre a Ruvo sul campo “Coppi” grazie alla ospitalità della ASD Ruvese, oltre agli allenamenti sostenuti per metà sul campo di calcetto a 7 “Serrone” e metà sul campo alternativo del “Comunale”, in quest’ultimo senza la possibilità di poter andare a contatto con terreno o difensori.

Sei vittorie stagionali, per una squadra del Rugby Corato ASD partecipante ad un campionato con calendario, pareggiano il record della Under18 2016/2017, anch’essa con Roberto Strippoli in panchina e anch’essa capace di conquistare 6 vittorie.

“In circostanze normali – fa sapere la società – ci sarebbe da essere soddisfatti di quanto fatto e di una crescita frutto di nove anni di lavoro. Spostando lo sguardo sul futuro permangono i dubbi sugli ostacoli che i rugbisti coratini devono superare al momento di competere e portare il nome della propria città in giro per altre regioni: più che a parole il senso di appartenenza si manifesta con i fatti: la capacità di rialzarsi e riprendere ad avanzare sono proprie di questa disciplina. Cosa riserva il futuro del Rugby Corato, se proseguire la lotta per la sopravvivenza o, finalmente, poter avere la possibilità di crescere, lo si saprà nel corso di questa estate”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami