Il marchio coratino Cor Sine Labe Doli compie 10 anni

Dal papillon in ceramica agli abiti, il brand made in Corato è sbarcato oltre oceano e si è guadagnato la vetrina di passerelle e riviste internazionali

Cor sine labe doli
© Cor sine labe doli

Il primo a indossarlo era stato Fiorello durante la conduzione del programma televisivo “Stasera pago io”. Oggi, a distanza di dieci anni dal lancio del celebre papillon in ceramica Cor Sine Labe Doli, gli artisti internazionali che lo hanno scelto si sono moltiplicati.

È il caso di Ermal Meta, Shade, dj Albertino, Jovanotti, Morgan, Marco Mengoni, per restare in Italia, Nicolas Cage, Justin Timberlake, Will.i.am dei Black Eyed Peas, allungando lo sguardo oltre lo Stivale, per citarne solo alcuni.

Il Cor Sine Labe Doli, che rievoca il motto riportato sotto lo stemma di Corato – ovvero cuore senza macchia di tradimento – diventato un marchio di moda nel 2009, compie dieci anni e si è guadagnato la vetrina di passerelle e riviste internazionali, riscuotendo un successo senza confini. Perché il papillon in ceramica piace, eccome se piace.

Ma c’è di più. Il brand fondato dal coratino Massimo Mazzilli e da due suoi amici, che nel frattempo hanno intrapreso altri percorsi professionali, ha ampliato la sua offerta: all’idea del papillon in ceramica, nata a Corato e trasferitasi a Milano insieme ai suoi founder, si sono aggiunti altri accessori, come nodi per cravatta, pochette, bretelle, ma anche vestiti, che vengono prodotti in Puglia. Giacche impreziosite da dettagli che rendono i capi unici e ricercati e che sono stati indossati da alcuni artisti proprio nel corso dell’ultimo Festival della Canzone Italiana.

Ma a quanto pare, il marchio Cor Sine Labe Doli piace così tanto da essere riuscito a conquistare New York, Corea del Sud, Dubai e persino il mercato giapponese, arrivando oltre oceano attraverso le riviste di moda piuttosto che viaggiando sui social network tramite i più celebri influencer. Ma non è escluso che ciò possa accadere da un momento all’altro. E certamente sarà un successo.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami