Il lipedema e il linfedema al centro di un incontro

La FIDAPA BPW Italy – Sezione di Corato promuove un incontro sul tema tra diagnosi e terapia presso l’Istituto “A. Quarto Di Palo” di Andria

Il lipedema e il linfedema al centro di un incontro
Il lipedema e il linfedema al centro di un incontro

Sabato 30 marzo 2019, a partire dalle ore 15.30, nella Sala Calvario dell’Istituto “A. Quarto Di Palo” di Andria, la FIDAPA BPW Italy – Sezione di Corato terrà un incontro tematico di informazione finalizzato ad approfondire il lifedema e il lipedema tra diagnosi e terapia in collaborazione con il Presidio di riabilitazione dei Padri Trinitari di Andria “Quarto Di Palo e Mons. Di Donna”, con CIZETA medicali; CUORO e Divine del Sud.

L’evento, che rientra nella programmazione delle attività associative a difesa della salute della donna, è stato curato dalla socia Angela Mastromauro e si aprirà con i saluti di padre Francesco Prontera, Rettore dell’Istituto; di Maria Francesca Casamassima, Presidente della FIDAPA BPW Italy Sezione di Corato e del dott. Nicola Agresti, direttore medico ex art. 25 dell’Istituto “A. Quarto Di Palo”. Seguiranno gli interventi dei seguenti relatori: della dott.ssa Giulia Alessia Gallo, che introdurrà il linfedema e lipedema nell’apparato linfatico; della dott.ssa Rossella Di Niccolo, che esporrà la metodologia terapeutica e della dott.ssa Valentina Fracchiolla che si occuperà della terapia fisica antalgica. Terminerà Grazia Gissi con la presentazione dei tutori elastocompressivi.

Nel corso della conferenza si cercherà di approfondire e meglio chiarire le tematiche il cui impatto socio-sanitario diventa sempre più rilevante al fine di aumentarne la consapevolezza in primis da un punto di vista culturale. Sarà garantito un approccio multidisciplinare alle tematiche su esposte attraverso il coinvolgimento di diversi specialisti, dal medico fisiatra a quello di medicina generale, il farmacista, il fisioterapista e i tecnici di fisica ortopedica.

Al termine dell’evento seguirà un momento conviviale all’interno dell’Istituto che si ringrazia fin da ora per la cortese accoglienza.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami