Il Liceo Artistico si interroga sulla violenza contro le donne con uno spettacolo teatrale

Con l'ARCA per tenere i riflettori accesi sempre

Corato. Liceo d' Arte
Un momento dello spettacolo dell'ARCA al Liceo artistico

Una rassegna teatrale divenuta ormai una tradizione quella del liceo artistico “Federico II Stupor Mundi” che si è arricchita di una occasione speciale quale la “Giornata contro la violenza sulle donne”.

A inaugurare la stagione teatrale dello “Stupor mundi”, la referente-teatro prof.ssa Filomena Tommasicchio, che ha invitato il gruppo teatrale “Arca” di Corato con lo spettacolo dal titolo “Dov’e’ finito il principe azzurro”.

Un drappo rosso in auditorium simboleggia l’amore cruento e omicida di tanti uomini che riversano le loro più recondite frustrazioni sulle donne. appassionata, pungente, ironica ed emozionante l’interpretazione degli attori che hanno interpretato “L’amore malato” attraverso tre episodi, cosparsi quasi di quella polverina magica che solo le fate sanno sprigionare. attenti e in religioso silenzio, gli alunni del liceo artistico si mostrano sempre particolarmente motivati e partecipi empaticamente ad ogni forma d’arte.

Al liceo artistico di Corato i temi di attualità sono particolarmente sentiti e discussi con una sensibilità profonda e matura. infatti a conclusione dello spettacolo, la platea di alunni ha dato vita ad un dibattito molto intenso e sentito che ha spaziato da domande specifiche dell’ambito teatrale, scenografico e di sceneggiatura dell’0pera fino a riflessioni personali sul fenomeno della violenza di genere.

“Insomma -scrive la proff.ssa Tommasicchio- un’istituzione scolastica, quella del Liceo artistico di Corato, dove l’amore per l’arte eleva gli animi dei giovani che la frequentano”.

Prossimo appuntamento della rassegna teatrale, il 28 gennaio in occasione della “giornata della memoria”.

 

 

 

 

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments