“I colori dell’anima” in chiesa Matrice – Foto

28 opere pittoriche della pittrice Maria Luisa Cialdella come insolito omaggio floreale all'Immacolata e a Dio creatore. C'è tempo fino al 13 dicembre per visitare la mostra allestita in chiesa

"I colori dell'anima" in chiesa Matrice

Restano  pochi giorni per visitare la personale di pittura della prof.ssa Maria Luisa Cialdella “I colori dell’anima” allestita nella chiesa di Santa Maria Maggiore di Corato. Inaugurata il 1° dicembre, la mostra, che si sarebbe dovuta concludere domenica scorsa, in seguito ai numerosi apprezzamenti, rimarrà fino al 13 dicembre.

«Si tratta di un particolare e insolito omaggio floreale alla Vergine Maria Immacolata e a Dio», come ha illustrato la pittrice in occasione della conferenza di presentazione.

“I colori dell’anima” – conferenza di presentazione

L’evento curato da Maria Luisa Cialdella in collaborazione con il Lions Castel del Monte Host, ha avuto luogo grazie alla disponibilità del vicario zonale don Peppino Lobascio, rettore della Chiesa Matrice.

«La chiesa – ha dichiarato don Peppino – per l’occasione indossa un’altra veste e divenendo contenitore culturale non perde la sua principale funzione di tempio sacro, anzi offre l’opportunità di ritrovarsi alla ricerca di Dio attraverso la bellezza dei colori dei fiori dipinti da Maria Luisa Cialdella. Dio è bellezza e i fiori rappresentano la natura, manifestazione del Creatore».

Il nome dato alla mostra, “I colori dell’anima”, è indicativo del messaggio che la pittrice ha voluto trasmettere: «I fiori, che io amo dipingere e che sono impressi nei quadri esposti, rappresentano i colori della natura e allo stesso tempo esprimono il dono di quei sentimenti che nascono nel profondo dell’animo. Ogni tono di colore è una sfumatura del sentimento per eccellenza che racchiude tutti i sentimenti, ovvero l’amore. Ho voluto fissare sulla tela quei sentimenti belli che nascono nell’intimo e sono rivolti a Maria e Dio che è l’artefice di tutto ciò che ci circonda..

28 opere pittoriche, tutte incorniciate, di dimensione diverse, dislocate in diversi punti strategici della chiesa Matrice, hanno valorizzato, o a contrasto vivacizzato, le storiche pareti sacre, riscuotendo numerosi complimenti dai visitatori, provenienti anche da fuori Corato, come California, e dai fedeli durante le Celebrazioni Eucaristiche.

Posizionati sull’altare, nel Cappellone del Patrono San Cataldo, nei pressi del Battistero e nelle tre navate della chiesa, i quadri hanno costituito una presenza preziosa ma discreta.

L’abbinamento arte e fede non è certo nuovo, ma l’effetto dell’esposizione di quadri dalle tinte forti in una chiesa austera come la chiesa Matrice non era certo scontato.

Straordinario anche l’omaggio che la pittrice Cialdella ha fatto alle donne, nel nome di Maria “benedetta fra le donne”: visibile è il profilo femminile in uno dei quadri posti ai piedi dell’altare.

Molte delle opere sono un inno alla maternità, alla gioia, all’allegria delle donne meravigliosamente immerse nella profondità dei colori dei fiori dipinti.

Tra i visitatori speciali della mostra “I colori del’anima” il prof. Nicola Tullo, maestro di disegno della pittrice Cialdella.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami