“Happy…fania”: a Corato la Befana del Forum degli Autori

La Befana planerà a bordo della sua scopa per donare ai bambini un libro e far loro scoprire la magia della lettura

a Corato la Befana del Forum degli Autori
"Happy...fania" porta a Corato la Befana del Forum degli Autori

L’associazione culturale Forum degli Autori di Corato, in collaborazione con la libreria Secopstore, presenta  Happy…fania, un evento dedicato ai più piccoli, in compagnia della misteriosa Befana, la vecchina portatrice di doni.

Venerdì 5 gennaio, infatti, a partire dalle 18.00 e fino alle 21.00, la Befana planerà con la sua scopa a Corato, nell’androne del Palazzo Lastella, in Corso Garibaldi, 23, per intrattenersi con i tanti piccoli avventori che, con i loro genitori, potranno vivere la magia della festa che comunemente conclude le festività natalizie con dolcezza.

Il giorno dell’Epifania è infatti da tutti i bambini collegata all’arrivo della Befana, una nonnina vestita di stracci a bordo di una scopa sgangherata, che porta il carbone ai bimbi cattivi e dolcetti e caramelle ai più buoni.

Perseguendo gli obiettivi del Forum degli Autori di diffondere la cultura attraverso il piacere di leggere, la Befana coratina farà a tutti i bambini il prezioso dono di un libro, con la certezza che l’educazione alla lettura sia di fondamentale importanza per la crescita dei bambini e per la loro formazione, non solo culturale, ma personale.

La lettura, infatti, nutre l’immaginario del bambino, sperimenta la sua fantasia e lo mette in comunicazione con un intero mondo e lo educa e ne struttura la personalità: i bambini che leggono hanno più fantasia, sono più intelligenti e socializzano più facilmente rispetto ai loro coetanei che, invece, non lo fanno.

Curiosità sulla Befana

Se l’Epifania si festeggia nella religione cattolica per l’arrivo dei re Magi, l’origine della tradizione della Befana è pagana. Deriva da riti propiziatori che risalgono al X e VI secolo a.C. legati all’agricoltura e al raccolto, ereditati poi dai Romani, che credevano che nelle dodici notti tra la fine dell’anno solare e il solstizio invernale delle figure femminili volassero sui campi coltivati così da portare fortuna e ricchezze.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami