Gli artisti per il Parco in mostra a Palazzo di Città

In occasione della giornata di chiusura della mostra, venerdì 18 maggio, Gerardo Strippoli e Pietro Stragapede, a partire dalle ore 18, animeranno la serata con un derby in vernacolo

Gli artisti per il Parco in mostra a Palazzo di Città
Gli artisti per il Parco in mostra a Palazzo di Città

Resteranno esposte sino a venerdì 18 maggio le opere degli “artisti per il Parco”, in mostra nel chiostro del Palazzo di Città di Corato. Dalle 18 alle 21, i visitatori potranno apprezzare la collettiva di pittura “Artisti per il Parco dell’Alta Murgia”, organizzata dal circolo Legambiente di Corato, in collaborazione con la Pro Loco Quadratum e con il patrocinio del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Ieri sera, al taglio del nastro, alla presenza degli artisti che hanno aderito alla prima edizione della mostra promossa dall’associazione ambientalista, sono intervenuti il presidente del circolo Legambiente di Corato, Pino Soldano, il presidente della Pro Loco Quadratum, Gerardo Strippoli, l’Assessore all’Ambiente, Pasquale Tarricone, e l’Assessore ai lavori Pubblici, Salvatore Mattia. Presenti anche gli assessori Luigi Menduni (Politiche giovanili) e Tina Leo (Pubblica Istruzione).

«Attraverso questa mostra – ha commentato il presidente di Legambiente Pino Soldano – vogliamo non soltanto sensibilizzare sull’enorme patrimonio naturalistico di cui disponiamo e molto spesso sconosciuto, ma anche mettere in rete una serie di soggetti, istituzionali e non, per far sì che i nostri beni possano diventare fruibili a tutti. Quello che fino a qualche tempo fa era considerato un vincolo, ovvero l’Ente Parco, oggi rappresenta invece un’opportunità per il territorio».

E proprio il territorio è al centro della mostra “Artisti per il Parco dell’Alta Murgia”, rievocato attraverso le opere di artisti provenienti da Corato, Ruvo di Puglia, Canosa di Puglia, Andria, Minervino Murge, Gravina in Puglia, Gioia del Colle e Molfetta, che raffigurano paesaggi, oggetti del passato, strade, e rievocano ricordi e antiche tradizioni legate al passato della nostra terra e della Murgia.

Una Murgia che, come ha sottolineato il presidente della Pro Loco Corato, merita di essere conosciuta e soprattutto valorizzata, a partire dalle tombe di San Magno, ricadenti nel territorio di Corato.

A raccogliere l’invito di Gerardo Strippoli, l’Assessore Tarricone, che ha precisato: «Il nostro impegno, fra gli altri, è proprio quello di valorizzare il patrimonio che ci circonda attraverso gli strumenti a nostra disposizione e lavorare affinché gli spazi diventino accessibili a tutti». 

«Da parte nostra – ha aggiunto l’Assessore Mattia – c’è tutta la volontà di collaborare affinché, sinergicamente, si raggiungano i risultati per il nostro territorio e per la nostra città. Sono tante le istanze dei cittadini che, senza strumentalizzazioni, ci chiedono di intervenire su molteplici fronti. Ed è a loro che noi rispondiamo, nel tentativo, giorno dopo giorno, di migliorare il paese che siamo stati chiamati a guidare». 

Alla collettiva di pittura di Legambiente hanno aderito anche alcune cooperative sociali di Corato quali Rosiba, Cohansie, Casa Famiglia della Mamma, Comunità Solidarietà che, nel Chiostro di Palazzo di Città, espongono le opere realizzate dai loro ospiti, in una sei giorni dedicata non soltanto all’arte ma anche all’integrazione.

In occasione della giornata di chiusura della mostra, venerdì 18 maggio, Gerardo Strippoli e Pietro Stragapede, a partire dalle ore 18, animeranno la serata con un derby in vernacolo.

Gli artisti che espongono: Luigi Abbattista, Susanna Altamura, Lorenzo Ardito, Anna Balducci, Pasquale Brizi, Maria Pia Cafagna, Maria Luisa Cialdella, Umberto Colapinto, Giovanni Cristantiello, Grazia Demusso, Lorena Mazzilli, Daniela Pagliaro, Giuseppe Riccardi, Gennaro Ricci, Tonia Roselli, Sara Rutigliano, Mariella Sellitri, Marisa Zaza, Sabino Zaza, Giuseppe Oliviere.

 

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami