Gioco online e scommesse: addio ai siti inaffidabili con l’ok della Camera

L’Italia è entrata a far parte della convenzione europea volta a contrastare il giro illegale di scommesse virtuali che attanagliano la rete e la trasparenza di siti affidabili e sicuri

Gioco online e scommesse: addio ai siti inaffidabili con l’ok della Camera
Gioco online e scommesse: addio ai siti inaffidabili con l’ok della Camera

Con l’approvazione della Camera lo scorso 11 aprile 2019, senza neanche un voto contrario, l’Italia è entrata a far parte della convenzione europea volta a contrastare il giro illegale di scommesse virtuali che attanagliano la rete e la trasparenza di siti affidabili e sicuri, come il casino online di NetBet. Questo e altri grandi realtà del gioco online espongono con chiarezza tutte le informazioni di verifica della liceità della loro autorizzazione e offrono la possibilità di provare un’esperienza del tutto sicura e divertente.

Cosa prevede la convenzione del Consiglio d’Europa?

Per contrastare le truffe e le frodi virtuali e non solo, la Camera ha ratificato la Convenzione di Magglingen, già approvata dal senato nel mese di febbraio 2019. Essa colpisce duramente i giri illegali di scommesse che danneggiano non solo i cittadini ma anche le aziende serie e sicure autorizzate dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli. Nella convenzione sono presenti i provvedimenti preventivi e repressivi verso corruzione, riciclaggio e manipolazione con l’introduzione di pesantissime sanzioni pecuniarie a fronte di frodi circa le scommesse sportive. La Convenzione inserisce l’Italia in un accordo di cooperazione internazionale fondamentale per contrastare gli illeciti che si compiono sul mercato delle scommesse illegali e sollecita i Governo nazionali ad adottare tutte le misure necessarie per regolamentare il settore legale per tutelare i cittadini da truffe e frodi.

Quanto vale il settore delle scommesse online?

Il settore vale miliardi di euro annui. Il record si è verificato nel 2017, stando ai dati dell’Agenzia giornalistica Agimeg. Il report segnala come la spesa totale sia stata pari a 10 miliardi di euro con 8,6 miliardi di euro di vincite. La maggior parte delle scommesse si è concentrata sui campionati di calcio di Serie A e Champions con picchi intensi dovuti alla turnazione delle partite di Serie A durante le feste natalizie, fattore che ha inciso positivamente sul bilancio finale.

Come è andato il trend nel 2018?

Stando sempre ai dati di Agimeg, il 2018 ha superato i 44 miliardi di ricavi mondiali di cui il 60% proveniente dai mercati detti “bianchi”, ovvero quelli pienamente legittimi e che sono correttamente tassati. Di queste cifre l’11% proviene esclusivamente dal gioco online che crescerà vertiginosamente di anno in anno, fino ad arrivare al 15% entro il 2023. Solo in Europa si è concentrato il 52% dei ricavi mondiali provenienti dal gioco online seguita da Asia (27%) e Nord America (12%).  Il gioco online ha una diffusione particolarmente marcata in Europa, tanto che il 75,1% dei ricavi mondiali leciti proviene proprio da essa.

Cosa ci indicano i report sulle scommesse sportive?

Il report analizza le attività di gioco online preferite dagli utenti stilando una interessante classifica che vede al primo posto nel mondo il settore delle scommesse sportive con il 51%, al secondo posto i giochi da casinò con il 27% e a seguire lotterie, poker online, bingo e Skill game. Ciò che affascina la rete è la scommessa Live, che può essere effettuata durante l’evento sportivo. Guardando ai dati del 2018, infatti, sono stati scommessi live ben 4,3 miliardi di euro nel mondo. Cifra questa destinata a superare i quindici miliardi in proiezione per il 2023.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami