Gerardo Strippoli finalista di “Salva la tua lingua locale”

Alla sesta edizione del premio letterario nazionale il presidente della Pro Loco di Corato è tra i finalisti della sezione “Poesia inedita

Gerardo Strippoli finalista di
Gerardo Strippoli, presidente Pro Loco Quadratum

Tra i finalisti del premio letterario nazionale “Salva la tua lingua locale” anche Gerardo Strippoli presidente della Pro Loco di Corato.

Negli scorsi giorni la giuria ha decretato i vincitori della sesta edizione, assegnando anche le menzioni ad alcune associazioni Pro Loco e il premio speciale della giuria.

Va considerato che per la Puglia sono due le partecipazioni da segnalare: Gerardo Strippoli, finalista per la sezione “Poesia inedita”, mentre la menzione speciale per la diffusione del Premio “Salva la tua lingua locale – edizione 2018” che è andata alle Pro Loco di Castellana Grotte, Andria, Carovigno, Crispiano, Lama e le sue contrade, Stornarella, Leuca, Otranto, Palo Del Colle, San Pietro In Lama, Vico Del Gargano, Bisceglie e Ginosa.

Per il premio “Salva la tua lingua locale” sono cinque le sezioni previste, tutte a tema libero, in uno dei dialetti o delle lingue locali d’Italia: poesia edita a partire dal 1° gennaio 2016; prosa edita (storie, favole, racconti, dizionari, rappresentazioni teatrali); poesia inedita; prosa inedita; musica (brano in dialetto Brani originali in dialetto e/o lingue locale e canti popolari della tradizione).

Il premio, istituito dall’Unione Nazionale delle Pro Loco e da Legautonomie Lazio ed è organizzato in collaborazione con il Centro Internazionale Eugenio Montale e l’Ong “Eip-Scuola Strumento di Pace”, ha tra l’altro ricevuto il patrocinio del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati e un premio di rappresentanza della Presidenza della Repubblica.

La cerimonia di premiazione si terrà il 14 dicembre alle ore 10 nella sala Promoteca del Campidoglio a Roma. A condurre l’evento il giornalista Massimo Giletti e la co-conduttrice Veronica Gatto.

Dando continuità alla scelta compiuta nella scorsa edizione, al fine valorizzare al meglio il lavoro svolto dagli studenti, la premiazione della sezione Scuola avverrà il 21 febbraio 2019. A curarne la supervisione la presidente della Ong “Eip – Scuola Strumento di Pace”, Anna Paola Tantucci.

I vincitori:

MENZIONI

Premio Speciale della Giuria: Nevio Spadoni, Poesie 1985-2017, Società Editrice “Il Ponte Vecchio”, Cesena, 2017, (dialetto romagnolo).

POESIA EDITA

1° Giovanni Tesio, Vita dacant e da canté, Centro Studi Piemontesi, Torino, 2017, (piemontese)

PROSA EDITA

Settore Etnolinguistico:

1° Alfio Lanaia, Di cu ti diciunu? Dizionario dei soprannomi di Biancavilla, Nero su Bianco Edizioni, (siciliano)

Settore Dizionari e Vocabolari:

1° Nicolò   Seminara, Vocabolario gangitano-italiano, Ed. Creativamente, Nicosia (EN);

POESIA INEDITA

1° Innocenzo Nunziato Mazza (siciliano);

Tra i FINALISTI: Gerardo Strippoli (pugliese di Corato);

PROSA INEDITA

1° Filippo Di Giacomo (dialetto di Francavilla in Sinni, PZ);

MUSICA

1° Giovanni Calza (dialetto ferrarese);

 

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami