Franco Leone, un coratino a Firenze per un evento su Leonardo

In occasione del 500° anniversario della sua morte

Franco Leone, un coratino a Firenze per un evento su Leonardo
Franco Leone, un coratino a Firenze per un evento su Leonardo

Nella città che conserva opere grandiose di Leonardo come l’Annunciazione, l’Adorazione dei Magi e il Battesimo di Cristo, nella cornice di Palazzo del Pegaso, sede della Presidenza del Consiglio Regionale della Toscana, lo scrittore e poeta coratino Franco Leone ha presentato alcuni segreti del suo capolavoro più famoso: l’Ultima Cena di Milano, dedicando anche una poesia all’eccellente capolavoro. Per l’occasione venti artisti eccellenti provenienti da tutte le regioni d’Italia hanno espresso il loro talento con mirabili opere contemporanee dedicate a Leonardo.

Nelle foto qui pubblicate sono presenti con Franco Leone a partire da sinistra Rosario Murro – vice sindaco di Spoleto, Eugenio Giani – presidente del Consiglio regionale della Toscana, Massimo Bigioni – presidente Aion Arte, Emidio Di Carlo – critico d’arte, Stefania Montori – curatrice della mostra e organizzatrice dell’evento.

Palazzo del Pegaso è un luogo di grande suggestione artistica non solo per i mirabili affreschi che lo impreziosiscono, ma anche perché situato nel centro di Firenze, cuore pulsante dell’arte mondiale, tra la piazza del Duomo e la Galleria dell’Accademia, un luogo incastonato tra monumenti e capolavori eccelsi che rimandano ai nomi di Brunelleschi, Giotto e Michelangelo solo per citarne alcuni.

Dalla finestra di Palazzo del Pegaso si apre l’incanto della superba cupola del Duomo di Firenze, opera immortale di Filippo Brunelleschi.

DESCRIZIONE DEL CENACOLO DI LEONARDO
ll Cenacolo di Leonardo è inserito in una stanza che più sembrare un refettorio appare come l’interno di una chiesa, la cui architettura ci appare scandita dalle pure geometrie del Bramante… di sicuro è questo un omaggio che Leonardo in modo diretto ha inteso fare al sommo architetto che era anche suo amico.
La scena dipinta ci fa assistere al momento in cui Gesù pronuncia la fatidica frase: «Uno di voi mi tradirà». La frase scatena dodici reazioni differenti, una per ciascun apostolo. Dunque con la sua pittura Leonardo scrive in un certo senso un vero e proprio trattato di psicologia.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami