FIDAPA presenta ai piccoli la “Nuova Carta dei diritti della bambina”

La FIDAPA rinnova il proprio impegno nella promozione dei diritti delle bambine mediante l’iniziativa “Ho il diritto di giocare!” finalizzata alla sensibilizzazione dei bambini attraverso attività ludico- ricreative.

Approvata il 30 settembre 2016 dal Meeting delle Presidenti della FIDAPA BPW Europe, la “Nuova Carta dei diritti della bambina” è un documento di nove articoli, ispirato alla Convenzione ONU sui Diritti del fanciullo del 1989, ma incentrato sulle diverse esigenze e caratteristiche fisiche ed emozionali proprie del genere femminile, al fine di valorizzare le specificità di genere ed esaltarle in tutta la loro bellezza, nel rispetto dei reciproci ruoli e della diversa visione del mondo.

La “Nuova Carta dei diritti della bambina” è una versione aggiornata della precedente, approvata nel 1997, poiché conforme alle nuove leggi vigenti in tutto il mondo.

A Corato, da circa un anno, la FIDAPA (federazione con lo scopo di sostenere le iniziative delle donne che operano nel campo delle Arti, delle Professioni e degli Affari) si occupa di promuovere la “Nuova Carta dei diritti della bambina” con molteplici iniziative destinate a informare e sensibilizzare la cittadinanza.

Con l’ultima iniziativa, tenutasi mercoledì 18 settembre presso Piazza dei Bambini, la Sezione di Corato, presieduta da Maria Francesca Casamassima, ha incentrato l’attenzione sul coinvolgimento dei più piccoli, attraverso l’organizzazione di attività ludico-ricreative.

Ideate dalle socie Annalisa D’IntronoSara Paganelli, Renata Lagrasta, Giuseppina De Palo e Domenica Ferrara, le attività, rivolte ai bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni, sono ispirate alla “Nuova Carta dei diritti della bambina”: letture animate, disegni e indovinelli hanno contribuito a rendere i bambini consapevoli delle diverse ma complementari peculiarità e a incentivare il rispetto e la valorizzazione di queste, in continuità con i propositi della convenzione internazionale.

L’obiettivo della “Nuova Carta dei diritti della bambina”, infatti, è quello di tutelare i diritti delle donne fin dalla nascita, in modo tale che la bambina sia protetta fin dai suoi primi istanti di vita e sia formata in modo che possa crescere nella piena consapevolezza dei suoi diritti e dei suoi doveri contro ogni forma di discriminazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami