FAI qualcosa per l’ambiente, il contributo dei giovani liceali

Due giornate all’insegna della valorizzazione del territorio Murgiano con gli studenti dell'Oriani e del Federico II di Corato

FAI qualcosa per l'ambiente, il contributo dei giovani liceali

Come ogni anno l’Associazione FAI (Fondo Ambiente Italiano), che dal 1975 si impegna per proteggere il Patrimonio Artistico del nostro Paese e per raccontarlo agli Italiani, ha organizzato sabato 23 e domenica 24 Marzo due giornate all’insegna della scoperta delle bellezze artistiche e ambientali in tutta Italia.

In particolare il FAI di Andria Barletta Trani, guidato dalla capodelegazione ing. Giulia Mastrodonato e dalla vice presidente regionale pro.ssa Rosa Crocetta, hao scelto di valorizzare la necropoli di San Magno (distante circa 13 chilometri da Corato).

Protagonisti di questa esperienza nelle vesti di volontari e apprendisti Cicerone, sono stati i ragazzi di 5A e 1A del Liceo Classico “Alfredo Oriani” e alcuni ragazzi del Liceo Artistico “Federico II”, guidati dai rispettivi dirigenti, prof.ssa Angela Adduci e prof. Savino Gallo.

Dopo una fase di studio e di preparazione tutti i giovani, spinti dall’entusiasmo e dalla voglia di fare, si sono recati presso la Necropoli di San Magno, accompagnati da alcuni docenti tra cui la prof. Chiara Capozza del liceo classico e il prof. Loglisci del liceo artistico e alcuni esperti, un archeologo dott. Giuseppe Ruggiero e un ambientalista dott. Giuseppe Carlucci, per accompagnare i visitatori alla scoperta della zona dal punto di vista archeologico, storico, naturalistico, zoologico.

I ragazzi hanno accolto nelle varie postazioni a loro assegnate lungo il tragitto stabilito, un elevato numero di visitatori, condividendo con loro due bellissime giornate di sole, apprezzando e conoscendo il nostro territorio, che è una vera e propria ricchezza comune.

I visitatori si sono mostrati soddisfatti e grati verso i ragazzi, che si sono messi in gioco impegnandosi e facendo del loro meglio con esposizioni coinvolgenti e cariche di entusiasmo. Sicuramente l’avventura di questi giovani ciceroni con il FAI non termina qui.

Ilenia Campanale, 1A Liceo Classico “A. Oriani”

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami