Cadavere in villa, un caso di solitudine?

Ieri sera, in un'abitazione in via San Magno, c’è stato il ritrovamento del corpo di un uomo, di circa 60 anni. Stando alle prime ipotesi, pare si sia suicidato dopo aver avvelenato dei cani che forse gli facevano compagnia

Cadavere in villa, un caso di solitudine?
Cadavere in villa, un caso di solitudine?

La solitudine fa morire. Potrebbe essere il titolo di un’ennesima pagina di cronaca nera. Ieri sera, in una villa in via San Magno, c’è stato il triste ritrovamento di un cadavere di un uomo di circa 60 anni, forse originario di Carbonara e separato dalla moglie, che, stando alle prime ipotesi, pare si sia suicidato dopo aver avvelenato dei cani le cui carcasse sono state ritrovate vicino al corpo.

Verificatosi molto probabilmente a causa di quello stato di solitudine, misto a indifferenza, che nell’odierna società fa da padrona mietendo vittime, è un caso che fa riflettere.

La scena dinanzi alla quale si è ritrovato, prima il proprietario della villa che da tempo non riusciva a mettersi in contatto con l’inquilino, e poi gli agenti di Polizia di Stato, Polizia Scientifica e Vigili del Fuoco sarà stata sicuramente raccapricciante.

Il senso di impotenza e angoscia dinanzi ad una morte avvenuta già da settimane, o addirittura mesi, e scoperta solo quando il corpo era ormai cadavere in uno stato di decomposizione avanzata, avrà pervaso la mente di chi è giunto sul posto.

La presenza di carcasse di cani, che forse costituivano la sua unica compagnia, rende sicuramente la scena più macabra rivelando, inoltre, la tristezza nella quale era sprofondato il cuore di chi è giunto a compiere tali gesti estremi: uccidere ciò che di più caro si ha e poi suicidarsi.

Sarà l’autopsia a sciogliere gli ultimi dubbi sulle cause della morte, ma ciò che oggi, il giorno dopo, resta, è un amaro senso di colpa per non essere arrivati prima che fosse troppo tardi, di non aver evitato che un’altra vita si spegnesse nella profonda solitudine.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami