Encomi ed elogi a tre carabinieri coratini

Sono stati premiati il luogotenente carica speciale Sergio Tedeschi, comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Molfetta, e i brigadieri Luigi Mininno e Claudio Di Michele in servizio a Molfetta

Encomi ed elogi a tre carabinieri
Luogotenente carica speciale Sergio Tedeschi Comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile

Ci sono tre coratini tra i 15 carabinieri della Compagnia di Molfetta che ieri hanno ricevuto encomi ed elogi: il luogotenente carica speciale Sergio Tedeschi, comandante del Nucleo Operativo e Radiomobile di Molfetta, e i brigadieri Luigi Mininno e Claudio Di Michele in servizio nel Nucleo Operativo.

Sono stati premiati per essersi distinti, assieme ai loro colleghi, in modo brillante, in diverse operazioni contro la criminalità organizzata del territorio di competenza (Molfetta – Bitonto e Terlizzi).

“Un territorio caratterizzato da elevato indice di criminalità” – come si legge nella motivazione dell’encomio semplice ricevuto dal Comandante Tedeschi al quale viene riconosciuto “spiccato intuito investigativo, alto senso del dovere e non comune spirito di sacrificio con la quale ha condotta una complessa ed articolata attività d’indagine”.

La cerimonia, che ha avuto luogo a Molfetta nella sede della Compagnia dei Carabinieri in via Vittime di Nassirya, infatti, ha visto la consegna di ben 43 tra encomi semplici ed elogi scritti.

Encomi ed elogi per tre coratini
Brigadiere Claudio Di Michele

Tra i principali protagonisti gli uomini del Nucleo Operativo (15 elogi e 17 encomi), del Nucleo Radiomobile (1 elogio e 4 encomi) e della Stazione (1 elogio).

Gli encomi ed elogi sono stati concessi da parte del massimo esponente della Legione Carabinieri Puglia​, il generale di brigata Giovanni Cataldo, e consegnati dal comandante provinciale, il colonnello Vincenzo Molinese, alla presenza del capitano Vito Ingrosso.

Si tratta di riconoscimenti a uomini che combattono la criminalità  attraverso il sacrificio giornaliero, al servizio della cittadinanza per la sicurezza della quale si impegnano quotidianamente.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami