È in edicola il numero di febbraio 2019 de Lo Stradone

In copertina, con il titolo "Toghe sporche", si richiama l'attenzione sulla vicenda in cui sono stati coinvolti i magistrati Nardi e Savasta e l'ispettore di Polizia del Commissariato di Corato, Vincenzo Di Chiaro, arrestati per corruzione in seguito alla confessione resa dall'imprenditore Flavio D'Introno al GIP Giovanni Gallo

LO STRADONE, il giornale di Corato, numero di febbraio 2019
LO STRADONE, il giornale di Corato, numero di febbraio 2019

È in edicola il numero di Febbraio 2019 de Lo Stradone, il giornale di Corato.

È in edicola il numero di febbraio 2019 de Lo StradoneIl Primo Piano del mese, a firma del direttore Marina Labartino, chiarisce la vicenda in cui sono stati coinvolti i magistrati Nardi e Savasta e l’ispettore di Polizia di Stato del Commissariato di Corato, Vincenzo Di Chiaro, arrestati per corruzione in atti giudiziari, associazione per delinquere e falso.

Un contesto illecito ben più ampio, in cui si muovono tanti altri coratini, rivelato nella confessione dell’imprenditore Flavio D’Introno, con dovizia di dettagli e nomi, tutti riportati nelle 800 pagine dell’ordinanza applicativa della misura cautelare personale e reale, firmata dal GIP Giovanni Gallo.

Francesca Maria Testini, nel Focus, accende i riflettori sulla lotta per il riconoscimento dello stato di calamità naturale in agricoltura, guidata dal movimento dei “gilet arancioni”, intervistando in esclusiva il portavoce Onofrio Spagnoletti Zeuli.

Nello Speciale spiega l’importante contributo dato da LO STRADONE nella ricerca e recupero delle opere donate dal prof. Verdelocco, oggi affidate al Liceo Artistico Federico II di Corato per il restauro, in vista di una mostra (pianificata tra gli eventi del 40° anniversario del nostro giornale) in collaborazione con gli storici amici del compianto ed illustre artista romano.

In Religione spiega i motivi che hanno portato Suor Assunta Marigliano, fondatrice dell’Associazione Luisa Piccarreta PFDV a pubblicare le sue memorie nel libro “La mia famiglia è la Trinità”.

Infine, in Storia delle Associazioni, racconta i 46 anni della Pro Loco Quadratum, mirati a valorizzare e promuovere la città di Corato.

Nella rubrica Politica, in vista delle amministrative 2019, Gaetano Bucci fa il punto della situazione, commentando il florilegio di liste, tra pluripartitismo e confuso civismo.

In Sfide, il direttore Labartino conversa con Giuseppe Localzo circa il suo ottimo piazzamento alla Maratona di New York mentre in Si fanno onore rivela i retroscena dell’ennesimo successo degli chef della Quadratum Culinariae Team al 3° Trofeo Dolmen d’Oro, e nella rubrica A volte ritornano, racconta il riscatto del giovane Michele Mancano, fotografo della bellezza.

In Cultura Labartino dialoga con l’arch. Anna De Palma, autrice della tesi di laurea “Figure di Pietra nell’architettura di Castel del Monte”; in Religione invita don Gino Tarantini a rendere un bilancio sull’anno giubilare straordinario del 500° anniversario della presenza dei Domenicani a Corato.

In Sport: Elisabetta Di Zanni illustra l’approdo alle Final Four di Coppa Puglia della Polis Corato, serie D femminile; Nico Como commenta le ultime gare dell’USD Corato Calcio e Roberto Ferrante descrive il capolavoro di Ettore Loconsolo e del team Eurobike Corato al 10° Giro d’Italia Ciclocross.

Immancabili le rubriche: Cronaca, Economia, Pet Generation, Scuola (Miscellanea di pregevoli attività), Come Eravamo (seconda puntata della storia della Congrega del Rosario e delle confraternite coratine nel ‘700), Vita Cittadina, Dicembre Coratino e molto altro, per un numero che a Febbraio, da oggi in edicola, tratteggia, come sempre, il presente ed il passato della nostra città.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami