Chi era Don Tonino Bello? Le sue parole in un libro

A venticinque anni dalla sua morte, la pubblicazione di Gino Sparapano che raccoglie stralci di omelie e di lettere del vescovo che parlava ai giovani. Indetto anche un concorso per le scuole

Chi era Don Tonino Bello? Le sue parole in un libro
La presentazione del libro di Don Tonino Bello

Don Tonino Bello, un uomo che presta attenzione ai volti della gente, predisposto all’ascolto e al dialogo, capace di porsi sullo stesso piano del proprio interlocutore, un vescovo sempre pronto ad aiutare e a sostenere l’altro.

Ecco chi era Don Tonino Bello, vescovo della diocesi Molfetta, Giovinazzo, Terlizzi e Ruvo dal 1982 al 1993, anno della sua morte.

Le sue parole, speso rivolte ai giovani, sono state condensate nel nuovo libro di Gino Sparapano, direttore del settimanale “Luce e Vita” della diocesi di Molfetta.

L’obiettivo è quello di far conoscere la figura di Don Tonino ai giovani proprio attraverso i suoi discorsi e le sue riflessioni.

Il libro, intitolato “Cari Ragazzi…don Tonino ai giovani di ieri e di oggi”, è stato presentato sabato 14 Aprile, presso il Cenacolo Culturale di Vivere In.

L’incontro è stato presieduto da Riccardo Losappio (direttore Ufficio Cultura e Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Trani, Barletta, Bisceglie), Giuseppina Masciavé (responsabile Diocesana Movimento Vivere In) e Gino Sparapano (autore del libro).

È stato Riccardo Losapio, introdotto da Giuseppina Masciavè, a presentare la struttura del libro: costituito da cento pagine, il volume raccoglie frammenti di omelie e stralci di lettere che Don Tonino aveva destinato soprattutto ad adolescenti.

Ogni lettera è preceduta da un’introduzione, che contestualizza la parole di Don Tonino, ed è seguita dalle note dell’autore, che stimolano il lettore alla riflessione.

Sono tematiche attuali quelle trattate all’interno del libro, capaci di smuovere l’animo e la coscienza del lettore: pace, speranza, istruzione, accettazione di sé stessi; problematiche che riguardano un’ampia fascia di pubblico, dai più giovani agli adulti.

Relativamente a questo libro è stato organizzato anche un concorso che ha coinvolto scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

I ragazzi delle scuole partecipanti hanno selezionato tre lettere tra quelle presenti nel libro e hanno elaborato una risposta rivolta a Don Tonino, come se si potesse instaurare un dialogo con lui.

Tra queste lettere ne verranno selezionate alcune che saranno pubblicate successivamente in un altro volume che condenserà il punto di vista delle nuove generazioni, relativamente alle tematiche trattate da Don Tonino.

Al termine della presentazione del libro, è stato dato spazio alla condivisione di aneddoti e ricordi da parte di coloro che hanno avuto la possibilità di conoscere Don Tonino Bello.

Le manifestazioni a fianco degli operai, la marcia verso Sarajevo, il vocìo delle persone ospitate nel suo palazzo vescovile, le partite di calcio con i parrocchiani, grande capacità di empatia: sono questi i ricordi che la gente custodisce di lui.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami