Disagi Ferrotramviaria, i pendolari scelgono il car pooling

Il gruppo dei car poolers compie un anno

Dal 4 marzo riapre la tratta ferroviaria Corato-Ruvo
Dal 4 marzo riapre la tratta ferroviaria Corato-Ruvo

Entrano in vigore oggi i nuovi orari della Ferrotramviaria e aumentano i disagi per i pendolari che devono spostarsi in direzione Bari o Barletta. A porre temporaneamente rimedio a questa situazione, nacque il Corato Car Pooling, che oggi compie un anno e offre a oltre 1300 coratini l’opportunità di viaggiare condividendo la propria auto privata con lo scopo di ridurre i costi di trasporto.

Ma qual è il bilancio? Lo racconta Giuseppe Pisicchio, uno degli amministratori: «Premesso che il gruppo “Corato Car Pooling” è nato con l’obiettivo di trasformare una problematica in una opportunità fornendo un’alternativa ai pendolari, a più di un anno dalla sua creazione (primo ottobre 2016, ndr) il bilancio è senza dubbio positivo.

Il gruppo è in costante crescita grazie al semplice passaparola e in qualità di amministratori siamo altrettanto contenti di come il car pooling sia diventato anche un fenomeno di aggregazione sociale, per cui giovani e meno giovani, lavoratori e studenti condividono un percorso, seppur breve, comune».

Nel gruppo ci sono regole semplici e precise da seguire, ed è richiesto ai membri (conducenti e passeggeri) un forte senso di responsabilità, in primis la prudenza alla guida, pena l’esclusione dallo stesso (finora non è mai accaduto).

«In qualita di amministratori cerchiamo di fare del nostro meglio mantenendo la gestione del gruppo efficiente e funzionale con un controllo quotidiano dei post pubblicati e dei nuovi nuovi membri che chiedono di entrare a farne parte, “sacrificando” una piccola parte del nostro tempo a beneficio di tutti. Allo stesso tempo, siamo i primi ad auspicare che il ripristino della circolazione ferroviaria a pieno regime avvenga nel più breve tempo possibile e con tutti gli standard di sicurezza. Ci amareggia tuttavia constatare che la situazione sia rimasta pressoché invariata ad un anno di distanza, persistendo un malcontento generale tra i pendolari» conclude Pisicchio.

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
Mary Recent comment authors
  Subscribe  
Notificami
Mary
Ospite
Mary

Che vergogna un servizio di eccellenza grazie ai professionisti di una volta ridotto a un servizio pessimo gestito da giovanotti baldanzosi e senza competenze…
Purtroppo il servizio è gestito in monopolio e usufruisce di finanziamenti regionali cospicui pertanto possono fare il bello e il cattivo tempo……………….