Dalla scuola in gabbia alla discarica Belloluogo: doppia copertina per Lo Stradone di ottobre 2015

0
1

copertina-ottobre-2015-webÈ in edicola il numero di ottobre de Lo Stradone – il giornale di Corato, che si apre con il bilancio dell’Associazione Lo Stradone Editrice dopo un anno di attività editoriale a cura del Presidente Corrado De Robertis nella sua lettera aperta ai lettori.

“Scuola in gabbia” e “Discarica Belloluogo, salute in fumo” i titoli della doppia copertina del numero di ottobre per due tematiche di elevata rilevanza ed interesse pubblico: il caso della scuola media “Imbriani” ingabbiata, nel senso letterale del termine, dalla sentenza del TAR di restituire il suolo al suo legittimo proprietario, e l’avvicendarsi attorno alla questione della discarica di Belloluogo, esplosa dopo la brutta figura mediatica sugli schermi televisivi del programma “Striscia la notizia” ma già denunciata in esclusiva proprio dalle pagine web della nostra testata il 17 settembre scorso, con immagini e video. Due vicende accuratamente sviscerate rispettivamente nel Focus on e nel Primo piano del direttore Giuseppe Di Bisceglie.

A cura di Giuseppe Di Bisceglie anche la Cronaca cittadina, dal tragico incidente sulla S.P. 231 in cui ha perso la vita il 43enne Aldo Sciscioli, all’inesorabile disagio causato dai nubifragi che si abbattono sulla nostra città; e la rottura interna a Forza Italia fra Caputo e Ungaro per la Politica.

Un altro tema che ha scosso notevolmente opinioni, proteste e critiche, nonché un certo livello di allarmismo nei coratini è quello dell’arrivo dei migranti ospitati nella nostra città, affrontato a sei mani da Mariangela Azzariti, che ha curato l’aspetto politico, organizzativo e dell’opinione pubblica in merito, Francesca Maria Testini, che ha interrogato l’operato delle parrocchie in seguito all’appello all’accoglienza di Papa Francesco, e Angela Iannone intervenuta sul discorso integrazione.

A cura di Tiziana Di Gravina il resoconto del calendario di eventi e appuntamenti del mese di settembre in Vita Cittadina, con un approfondimento sull’iniziativa di Assaprà e sul progetto ELICA, quest’ultimo curato da Angela Iannone.

Il numero di ottobre apre una finestra sull’altra Corato, quella grenoblina, con un excursus storico sulla lunga ed affascinante storia del legame fra Corato e Grenoble, dalla fondazione dell’Association Culturelle d’Isere al gemellaggio fra le due città, a cura del vice direttore Marina Labartino che ha intervistato, per la rubrica Coratini Eccellenti, Jean-louis Marzocca, fotoreporter, fondatore della testata “La Tribune de Grenoble” e corrispondente a Grenoble de “Le Dauphiné Libéré”.

Sono tanti i coratini a farsi onore a livello nazionale ed internazionale e spesso poco conosciuti, invece, nella nostra città, ne è un esempio il ricercatore coratino Maurizio Quinto, chimico analitico, intervistato da Mariangela Azzariti, che ha sviluppato un progetto di ricerca sull’analisi di microinquinanti ambientali per la salvaguardia dell’ambiente, di recente presentato anche in Cina.

Lo Stradone si arricchisce inoltre di nuove rubriche. Assieme all’Economia a cura del dott. Aldo Loiodice, all’Angolo di Ippocrate a cura della dott.ssa Mary cusmai, approda sulle nostre pagine il progetto Fedora_feedback, un’analisi di piazze e agglomerati urbani della nostra città a cura dell’arch. Ada Loiodice, che inizia dalla periferia il suo viaggio di analisi e racconto della città dal punto di vista architettonico. Per gli amanti degli animali, invece, la nuova rubrica Pet Generation, che racchiude pareri, chiarimenti e consigli di esperti medici veterinari su varie tematiche riguardanti gli amici animali. Questo mese il dott. Paolo Colella interviene sull’area sgambamento cani.

Un’inedita ipotesi ricostruttiva del bassorilievo del Castel del Monte quella proposta dal dott. Giuseppe Magnini e raccontata alla penna di Marina Labartino, con dovizia di particolari e la testimonianza dei lavori di restauro effettuati dal 1965 al 1981, per la sezione Cultura.

Sul filo conduttore della storia, si scende dall’altura murgiana del castello per raggiungere il centro di Corato ed entrare in uno dei più noti e storici bar della città, quello del Gran Caffè in piazza Matteotti, assieme a Rossella Cipri e a Gino Mintrone, figlio di Peppino, ideatore e primo proprietario del locale agli inizi del ‘900, che ne traccia l’evoluzione per Come Eravamo, attraverso ricordi e testimonianze fotografiche.

Umiltà, gentilezza e simpatia contraddistinguono il nuovo presbitero coratino don Claudio Maino, ordinato sacerdote lo scorso 26 settembre, che ha ripercorso il suo cammino spirituale nell’intervista rilasciata ad Angela Iannone. Francesca Maria Testini, inoltre, sempre per la sezione di Religione, ci porta in viaggio con sé e don Sergio nelle lontane Filippine, vicine alla nostra città attraverso la devozione alla Piccola Figlia del Divino Zelo, Luisa Piccarreta, e riporta il bilancio conclusivo della 28esima edizione di Festalfa: la festa di inizio anno pastorale che quest’anno ha avuto come tema “Voi siete il sale della Terra”, e anche una parentesi sportiva con la terza edizione ciclistica del Trofeo Festalfa, immortalata da Roberto Ferrante per lo Sport.

Sempre correndo sulle due ruote, Roberto Ferrante intervista Alban Nuha trionfatore al giro del Kosovo, e la giovane promessa del ciclismo femminile Federica Piergiovanni. In concomitanza con l’inizio dei campionati, per l’immancabile appuntamento con lo Sport, Francesco De Marinis illustra calendari, squadre ed organigrammi della USD Corato calcio, dell’A.S. Basket Corato e dell’ASD Polis, su cui si sofferma Elisabetta Di Zanni, intervistando il nuovo capitano Ramona Roselli.

Questo e molto altro nell’ultimo numero di ottobre de LO STRADONE, da oggi in edicola.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz