Csx unito, a breve un incontro con i tre candidati

L'appello all'unità, in pochi giorni, ha raccolto 336 firme online e 650 con moduli cartacei. I primi firmatari organizzano un incontro con De Benedittis, Loizzo e Bovino per discutere le difficoltà incontrate finora e le proposte per rilanciare Corato

Appello unità csx, i promotori: «Vi rimettiamo di fronte alle vostre responsabilità»
Appello unità csx, i promotori: «Vi rimettiamo di fronte alle vostre responsabilità»

L‘appello all’unità del centrosinistra a Corato, lanciato sulla piattaforma Change.org  lunedì 4 marzo, sembra essere condiviso da sempre più persone. Per spiegare la necessità di unità, le difficoltà incontrate finora e le proposte di rilancio della città, i primi firmatari hanno deciso di organizzare, a breve, un incontro con i tre candidati Corrado De Benedittis, Paolo Loizzo e Vito Bovino.

Di seguito pubblichiamo il comunicato divulgato oggi.

“Lunedì 4 marzo, 45 primi firmatari hanno lanciato l’appello “Le cose che abbiamo in comune”. L’obiettivo è l’unità delle forze democratiche e progressiste, alternative a chi ha governato sino ad oggi la nostra città.

Già lunedì mattina, moltissime persone si sono mobilitate nel sottoscrivere l’appello e nel condividerlo sui social. Martedì è invece iniziata la raccolta firme tramite moduli cartacei.

In pochi giorni sono state raccolte 336 firme online, nonostante le difficoltà tecniche della piattaforma. Il numero di firme cartacee ammonta invece ad oltre 650. Mobilitiamoci ancora!!! La raccolta, sia online che cartacea, terminerà domenica sera. Per firmare online: www.bit.ly/appellopercorato; per informazioni sulle firme cartacee: appellocorato@gmail.com.

In questi giorni molti di noi hanno incontrato tantissime persone con cui si è condiviso il senso di questo appello. Condiviso è il senso di frustrazione rispetto ad una frammentazione che non si fonda su divergenze di programma. Frustrazione per la difficoltà nel dover spiegare agli altri concittadini il perché di questa divisione. Frustrazione per il serio rischio di riconsegnare la città nelle mani degli stessi che da troppo tempo hanno contribuito all’impoverimento economico, sociale, culturale e morale della nostra terra.

Ma in questi incontri è emerso anche con forza il desiderio di approfondire e di discutere. Il bisogno, ma soprattutto l’entusiasmo, di rimettersi in gioco e di partecipare. Per questo chiediamo alle forze di non smorzare questo entusiasmo. Ma anzi di ravvivarlo, mobilitarlo e far sì che porti alla vittoria.

Dagli incontri è inoltre emersa l’esigenza di non fermarci alla sola raccolta firme. Di provare a sbloccare la situazione e di trovare, insieme ai nostri Corrado, Paolo e Vito (in ordine alfabetico J), alle forze e alle persone che da mesi lavorano sul campo, una nuova strada condivisa. Ricordandoci prima di tutto LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE da cui ripartire.

Per questo i primi firmatari hanno deciso di organizzare, a breve, un incontro con i tre candidati, introdotto dalle riflessioni di soggetti del mondo associativo, giovanile e dell’impresa. Un incontro per discutere le difficoltà incontrate. Ma soprattutto i problemi, le visioni e le proposte per rilanciare la nostra Corato”.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami