Il corto “Dopo” e “Komorebi” ricordano il disastro ferroviario

Sono passati due anni dal quel tragico 12 luglio in cui persero la vita 23 persone, tra cui due coratini, e altre 51 rimasero ferite a causa dello scontro fra due treni della Ferrotramviaria sulla tratta Corato-Andria

Il 12 luglio di due anni fa 23 persone persero la vita (tra cui due coratini: Luciano Caterino e Francesco Ludovico Tedone) e altre 51 rimasero ferite a causa del disastro ferroviario sulla tratta fra Corato e Andria.

A ricordare il dramma vissuto dai passeggeri, ci hanno pensato gli alunni del Liceo Artistico Federico II Stupor Mundi di Corato, con un commovente cortometraggio intitolato “Dopo”, e l’associazione Francesco Ludovico Tedone, con il ricco programma allestito nell’ambito di “Komorebi”, l’evento commemorativo che si pone l’obiettivo di tener viva la memoria delle vittime a dispetto della morte.

La classe V A dell’indirizzo Audiovisivo e multimediale, sotto la guida delle docenti Patrizia Ricco e Marilina Nichilo, ha voluto dar voce agli ignari pendolari di quel tragico giorno, anche perché, ancora oggi, molti sono gli studenti che, quotidianamente, continuano ad affrontare notevoli disagi dovuti all’interruzione della linea ferroviaria Bari Nord.

Otto minuti sono bastati a Dorotea De Feo, Alessandro Ieva, Domenico Barile, Chiara Cialdella, Amber Visaggi, Annalisa Copa, Vincenzo Bovino, Manuel Nichilo, Miriana Caterina, Ketty Evelyn Tambone, Valerio Quercia, Maria Martire, Paola Di Caterina, Yuri Gomes Moreira F. Carvalho, Aurora Chiarulli, Domenico Nesta, Davide Del Vecchio, Rossana Diasparra, Leila Beatrice Dicorato, Ilaria Scaringella, Francesca Iannone e Gabriella Cannone per immedesimarsi nel vissuto delle vittime.

Una sceneggiatura scritta a più mani, con il coordinamento della prof.ssa Ricco, in cui ogni ragazzo ha immaginato di essere su uno di quei treni, mettendo in scena una piccola storia di vita quotidiana interrotta inaspettatamente da un incidente che poteva essere evitato.

Unica figura adulta è quella del controllore, interpretato dalla prof.ssa Porzia Volpe, che compare per ultima a sottolineare quanto la tragedia non abbia risparmiato nessuno.

Il video rivela la fragilità dell’esistenza umana, in balia di errori e mancate assunzioni di responsabilità e pone lo spettatore di fronte alle “vittime” i cui volti si spengono lentamente, mentre i cronisti del Tg3 raccontano la cronaca dei fatti.

Il corto, curato dagli studenti dell’indirizzo Audiovisivo, sarà proiettato in occasione dell’evento commemorativo “Komorebi” organizzato dall’Associazione Francesco Ludovico Tedone che si svolgerà giovedì 12 luglio nella villa comunale di Corato in via Sant’Elia, con un ricchissimo programma a cui partecipano diverse realtà sportive, culturali e scolastiche del territorio (locali e regionali), in collaborazione con gli enti nazionali Intercultura e CONI.

La giornata si aprirà alle 15,30 con le seguenti manifestazioni sportive: torneo di Minibasket a cura della Nuova Matteotti Corato; dimostrazione di rugby a cura della ASD Rugby Corato; torneo di pallavolo a cura della ASD Polis; dimostrazione di boxe a cura della Habachi Boxe.

Dalle 16,30 invece esibizione di danza teatrale a cura del CAP Nicolaus; torneo di scacchi a cura dell’Istituto Comprensivo Tattoli-Degasperi.

Dalle 18,30 spazio allo spettacolo di ginnastica artistica a cura della Gym Progression.

A rinfrescare i palati dei partecipanti golose aree drink e gelato.

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami