Corato pieno di cerotti a Molfetta. Si gioca alle 11.

Quattro sedie in meno all’aperitivo della domenica. Già da ieri Mimmo Leonino fa la conta degli indisponibili per l’anticipo di domani mattina alle 11 contro la Nuova Molfetta (orario consueto per le gare casalinghe dei marinai ndr). Allo squalificato Landini e a Nicola Difrancesco si aggiungono Lamine Sylla, alle prese con una fastidiosa pubalgia e Sabino Terrone, strappatosi al polpaccio in allenamento e apparso in ritiro con le stampelle. Niente di gravissimo ma i tempi, per i due, sono da definire anche se probabilmente Leonino porterà almeno il senegalese in panca. Undici da decifrare: Divincenzo, Saragaglia, Losito, Cifaratti, Asselti, Rutigliani, Daluiso, Pensa, Martinelli, Lomuscio e Dascoli l’undici più aderente alla realtà ma occhio a qualche sorpresa.

I molfettesi non giocano dal 21 Dicembre, scialbo 0 a 0 in casa contro i Quartieri Uniti e hanno saltato la gara di domenica scorsa a Canosa per neve. Sarà così la prima del 2015 per i ragazzi di Pantaleo De Gennaro che inseguono la vittoria da Novembre (1 a 0 al Barium). Per farlo devono correggere la mira davanti dove i biancorossi sono più leggeri. Un solo gol, siglato dall’under De Fato a Rutigliano, nelle ultime quattro apparizioni. Troppo poco. Spazio anche per qualche volto conosciuto come Marco Paternicò, portiere neroverde nella sfortunata stagione ultima di Lotito, il ruvese Sergio Campanale, l’esterno Alessio Barile e Michele Zaccaro, perno difensivo del triplete ma assente per squalifica. Arbitra il signor Pascariello di Lecce.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments