Corato ko a Copertino. Loseto: «Sfortunati!»

Il vento continua a soffiare nel verso sbagliato e la “barca” Corato si allontana dalla “riva” Polignano (vittoriosa in casa contro il Terlizzi ndr). 1 a 0 a Copertino, contro una squadra solida sì ma che si è trovata a difendere il vantaggio con i denti al cospetto del Corato, arrembante e ordinato. Volturo porta lo sconnesso terreno di gioco del Comunale («Siamo una squadra abituata a giocare palla a terra, siamo stati costretti a cambiare il nostro naturale modo di giocare perché il terreno era un campo di patate», ha dichiarato), sul banco degli imputati – e ha ragione – ma il 7.5 in pagella assegnato al portiere copertinese Bruno dai colleghi di Colpoditaccoweb.it e qualche fischio all’indirizzo dei rossoverdi sottolinea la giornata storta del collettivo di casa.

Il Corato schiera la formazione preventivata alla vigilia con cinque difensori e la coppia d’attacco Scaringella-Stefanini. Sacrificati Terrone e Saracino. Il Copertino accende il trio fantasia alle spalle di Alessandrì: Frisenda-Corallo-Palmisano. Di Silvestro, a centrocampo, viene sostituito da Emanuele Trofo, classe 1995.

Dopo dodici minuti è già gol Copertino, con qualche dubbio. Cross di Frisenda, Asselti intercetta col braccio aderente al corpo e Vergaro di Bari assegna il penalty. Corallo è freddo come una statua di ghiaccio e beffa Lattanzi. La possibilità di pareggiare ce l’ha Quercia ed è abnorme ma il terzino biscegliese se la divora davanti a Bruno. A parte un’azione sull’asse Carlà-De Giorgi è il fondo del Comunale copertinese a (non) dar spettacolo. 0 a 0 e sbadigli al termine del primo tempo.

Nella ripresa il Corato fa la partita. Al 3’ Bruno interviene su un gran bel tiro di Maurelli. Al 17’ Alessandrì spreca malamente su Lattanzi. Nel frattempo Loseto aumenta il potenziale offensivo con due punte in più (Saracino e Fittipaldi) e due difensori in meno (Asselti e Saragaglia). Fittipaldi, Burdo e Saracino continuano con il tiro al bersaglio ma uno strepitoso Bruno è sempre sul pezzo. Nel finale il Corato perde pezzi. Amoruso espulso per doppia ammonizione, Baldassarre out per infortunio. Domenica prossima col Gallipoli mancherà anche Asselti, ammonito, diffidato e quindi squalificato. Un’ecatombe. Uno a zero il finale e Corato che avrebbe meritato il pari, almeno ai punti.

Loseto, difatti, non ce l’ha con i suoi: «Hanno interpretato benissimo la gara – racconta – con voglia, disciplina e concentrazione. Il risultato è bugiardo anche perché, a parte un colpo di testa del Copertino non ho visto nulla». Più di un appunto nei confronti del direttore di gara, Vergaro di Bari. «Un arbitro assolutamente inadeguato. A parte il rigore fischiato ad Asselti col braccio aderente al corpo e quello non fischiato a noi per fallo su Burdo, non mi è piaciuto l’atteggiamento. Si rivolgeva ai calciatori in dialetto, senza un briciolo di rispetto. Se vuoi rispetto devi anche darlo».

I TABELLINI

COPERTINO: Bruno, Carteni, Martina, Trofo, Cornacchia, De Giorgi, Palmisano, Carlà, Alessandrì,(39’st Rizzo), Corallo, Frisenda  Allenatore Sergio Volturo. A disp. Picciotti, Perrone, Schito, Raho, Chiarillo 

CORATO: Lattanzi, Asselti (15’st Saracino), Quercia (34’st Terrone), Baldassare, Frascolla, Amoruso, Saragaglia (6’st Fittipaldi), Maurelli, Scaringella, Burdo, Stefanini. Allenatore Valeriano Loseto. A disp. Di Fazio, Ventola, Marchetti

Arbitro: Vergari di Bari
Reti: 12’pt Corallo rig.
Espulsi: Amoruso (C)

CONDIVIDI
Articolo precedenteWalk the line
Prossimo articoloAvis, rinnovato il consiglio direttivo per il triennio 2013 – 2016
Collaboratore de LO STRADONE fin dai tempi del ginnasio, giornalista pubblicista dal 2010. La cronaca sportiva è il suo pane quotidiano. Poliedrico di natura, al ruolo di reporter ha aggiunto quello di fotografo e cameraman.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami