Corato-Gravina, a voi! Leonino senza Difrancesco e Losito

Savio Losito, l'assenza del capitano si farà sentire

E’ arrivato il momento di mettere da parte delusioni e polemiche perché l’ora X è arrivata. Corato e Gravina scenderanno in campo questo pomeriggio alle 14.30, a Trani, sede scelta per il big match della sedicesima giornata di Promozione. Una sfida attesa dalla composizione dei calendari perché dall’altra parte c’è una corazzata che sembrava dovesse prendere il largo ed invece non è così lontana (-6), perché dall’altra parte è pieno zeppo di ex speciali: il capitano Baldassarre, l’enfant prodige autoctono Scaringella, i vari Albano, Silvestri ed ora Indrago ma in particolare lui, Valeriano Loseto, quattro anni in neroverde, tre trofei vinti e la D solo sfiorata. Inevitabilmente è l’allenatore barese uno dei protagonisti più attesi della supersfida di oggi.

Così come in questi giorni lo è stata la neve. Ha costretto le due squadre ad allenamenti di fortuna (i neroverdi a Trani, i gialloblu ad Enziteto ndr).Ha rovinato i piani della dirigenza neroverde che sperava in una gara di cartello così importante di avvicinare ancor di più i coratini allo stadio e invece si è  ritrovata a dover inseguire un campo disponibile a due giorni dalla gara vedendo ridimensionati parecchio gli incassi. Ha deluso i tifosi che da giorni si stavano “acclimatando” all’evento e invece non potranno stringersi attorno alla squadra in casa propria.

Senza il Comunale da tutto esaurito, come abbiamo già detto. Senza i due centrali titolari squalificati: Panarelli (sostituito probabilmente da Chessa) da una parte e Losito (ballottaggio Asselti, Daluiso, Cannillo) dall’altra. Senza un calciatore sanguigno come Nicola Difrancesco, fermo ancora dopo l’infortunio del San Paolo. Senza un manto di gioco “pulito” che esalti le qualità tecniche in campo. Eppure Corato-Gravina, nonostante i tasselli mancanti, conserva tutto il suo fascino.

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments