Corato Calcio, le pagelle di Nico Como

ALTO SALENTO AVETRANA - CORATO: 1-1

le pagelle di nico como
Le pagelle di Nico Como
La rubrica “Le pagelle di Nico Como”, a firma di Nico Como, ogni settimana assegna i voti alle prestazioni di ciascun giocatore nell’ultima gara disputata nell’ambito del campionato di eccellenza che vede impegnato il Corato Calcio.
ALTO SALENTO AVETRANA – CORATO: 1-1
IL TOP – CASTELLETTI (voto 7,5): il Bonus non è solo per la partita in se, che prepara tutta d’attacco soprattutto nell’atteggiamento e sotto di un gol inaspettato, le prova tutte. Ma il surplus se lo merita soprattutto per come respinge gli attacchi da critiche e spigolature. Il popolo lo ama.
IL FLOP – FAIR-PLAY AVETRANA (voto 1): quanti i palloni a disposizione. A tutto c’è un limite. Era visibile che gli alto-salentini giocassero dal 1′ in trincea del nulla di fatto. Ma assistere, da buoni campi di periferia di 3^ categoria, a calciatori che fungono da raccattapalle, rincorrendo per decine di metri l’unico pallone nei prati in fiore, è quanto di più ridicolo ed anacronistico ci possa essere.
MORRA (voto 7+): Con lui in campo sembra di giocare in 12. Se dai la palla a lui, qualcosa succede. 2 legni e non lo butti giù, neanche quando subisce un netto fallo, con la maglia che si allunga fino a San Pietro in Bevagna.
ZINETTI (voto 7): è l’uomo della provvidenza. Nel Fantacalcio sarebbe non giudicabile, entra e segna con un piattone da puro attaccante e si raccoglie gli onori.
SANTORO (voto 7): la sua grande sgroppata da cavallo Vidal,  all’84’ con la lucidità di effettuare il gran bel cross fell’1-1, fa dimenticare, di appartenere alla Banda del Buco del gol subito. Bel puledro.
DE VIVO (voto 7): è colui che pian piano, sta prendendo in mano le redini della situazione. È principalmente offensivo, scheggia la traversa, con azione personale e da lui spesso dipende l’ultimo passaggio. In crescita anche di condizione.
SGUERA (voto 7): gli è mancata la ciliegina del gol, ma mr. Tuppettino, ci ha provato in almeno 2 occasioni, rinfoltendo l’abbonamento ai pali e impegnando il portiere di casa
SISALLI (voto 7-): vivacizza la fascia sinistra, con triangolazioni nella zona da cui derivano i maggiori pericoli.
LOSETO (voto 6,5): un tantino ibrido nella collocazione, si salva con il cross del 1^ legno di Morra, poi si spegne col passar della clessidra.
LORUSSO (voto 6+): tipico alunno che segue alla lettera la traccia del compito assegnatogli, senza nulla di più. Solito errore fisso da matita rossa, con palla in uscita, che può costare il gol.
PIARULLI (voto 6+): meno efficace della settimana precedente, prova poco l’1 vs 1 e quando lo fa con il cross, viene quasi sempre intercettato.
MONTEDURO (voto 6+): ordinato per buona parte di gara, sull’azione del gol ripiega in ritardo su Cappellini, ma è quello che più degli altri, se ne uscirebbe dal processo con le attenuanti generiche.
LEUCI (Voto 6): nessun concorso esterno al clan dei 4 amici. Non può nulla sul gol. Ma crea brividi in 2 uscite forse per eccesso di sicurezza.  Poi solo solleticato al 1′ e stop.
COLANGIONE (voto 6): ennesima bomba letale che passa indisturbata dalle parti di casa-Leuci. In ritardo nella lettura del cross di Cappellini, che costa il momentaneo svantaggio.
ANACLERIO (voto 6-): è stato senz’altro lui il capo della banda del buco. Vero si, che è in cooperativa, ma per lui nessuna attenuante, per esperienza e per un ritardo di movimento.

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami