Corato Calcio, le pagelle di Nico Como

CORATO - SAN SEVERO 1-0

le pagelle di nico como
Le pagelle di Nico Como

La rubrica “Le pagelle di Nico Como”, a firma di Nico Como, ogni settimana assegna i voti alle prestazioni di ciascun giocatore nell’ultima gara disputata nell’ambito del campionato di eccellenza che vede impegnato il Corato Calcio.

CORATO – SAN SEVERO 1-0

CASTELLETTI (voto 6,5): non è solo il modulo che ne fa una squadra vincente, ma mentalità ed approccio. Pur un tantino teso, l’11 schierato è presto determinato ed il modulo 3/5/2 nelle gare casalinghe con certi avversari, sembra quello giusto. Si va verso la quadratura del cerchio.

IL TOP – MORRA (voto 7,5): mi ricorda tanto, un film di anni fa, dal titolo “il Papà tuttofare”. Accudiva i figli, lavorava, compiva le faccende domestiche, li istruiva sempre da numero 1. Lui sblocca il risultato, difende, fa da sponda, gioca per la squadra da leader, ma umilmente.

IL FLOP – NESSUNO: magari fosse sempre così e non ci entrasse nessuno ogni domenica. Ieri è andata così.

PIARULLI (voto 7): è l’Under che vorremmo, senza paura di sbagliare, volitivo e propositivo. Produce almeno 2-3 incursioni di rilievo e la maggior parte dei cross, provengono dal suo lato destro. Utile nel ripiego.

DE VIVO (voto 7): non è ancora al Top della condizione, ma come vi avevo preannunciato dopo la gara col Brindisi, pur confusionario, le giocate da categoria superiore, fanno parte del suo repertorio. Basta l’assist per il tap-in di Morra ed un altro paio.

MONTEDURO (voto 6,5): è vero che per lui si è trattato più di una rivisitazione del campionato Juniores, dati gli avversari, ma il ragazzo sta sorprendendo per la tranquillità e disinvoltura con cui si esprime.

SGUERA (voto 6,5): celentano cantava “siamo la coppia più bella del mondo” e ritengo che con Morra lo sarà per tutto l’anno, fidanzati compatibili al 100%. Anche ieri è stato come un puledro sguinzagliato nel suo ranch. Tanto impegno, non molto preciso ed incisivo nel bersaglio, ma Beppe c’è.

COLANGIONE (voto 6,5): come già detto, l’asticella dell’ostacolo di ieri, era posizionata molto in basso. Il gigante buono, da comunque sicurezza al pacchetto arretrato ed in alcuni casi di difficoltà, non arrossisce a rilanciare con le cosiddette “palla fa tu”.

LORUSSO (voto 6,5): il geometra della compagnia è molto lineare, metodico, senza inventare granché. Effettua 2-3 cambi-gioco interessanti, ma ha il vizietto di perder palle pericolose, in una delle quali scatena il contropiede sventato da Leuci in uscita bassa.

CARDINALE (voto 6,5): under molto affidabile, che potrebbe fungere da jolly di centrocampo per la sua duttilità, confermata anche ieri: buona corsa, buona grinta e discreto tecnicamente.

ANACLERIO (voto 6,5): è un bronzo di Riace bello da vedersi, al cui piede mancino ci si affida nei momenti di difficoltà o senza idee, per il lancio a scavalcare i muri di centrocampo. Poco impegnato in fase difensiva.

LOSETO (voto 6+): commette un brutto fallo, in ritardo, anch’egli in vacanza in fase di contenimento. Non approfitta però delle lunghe e larghe strade della California che gli si presentano davanti, per rendere pericolosi i compagni con i propri cross mancini. Un tantino in ombra.

LEUCI (N.G.): si gusta l’ultima domenica estiva, prendendo il sole, esclusa l’unica uscita bassa, dove rischia la pelle. E sarebbero tutti felici, lui compreso, se guadagnasse così lo stipendio da nullafacente.

MANZARI – SISALLI – DE SANTIS (N.G.).

TEAM MANAGER San Severo (voto 10): gran stile d’alta moda, con mocassini senza calzini, pantaloni sportivi e giacca bianca latte della 1^ Comunione. Miticoooo!!!

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami