Corato Calcio, le pagelle di Nico Como

CORATO CALCIO - BRINDISI: 1-2

le pagelle di nico como
Le pagelle di Nico Como

Torna “Le pagelle di Nico Como”, la rubrica a firma di Nico Como che, ogni settimana, assegna i voti alle prestazioni di ciascun giocatore nell’ultima gara disputata nell’ambito del campionato di eccellenza che vede impegnato il Corato Calcio.

CORATO CALCIO – BRINDISI: 1-2
CASTELLETTI (voto 5,5): il famoso tè di Castelletti, questa volta non ha funzionato. Pur non demeritando, naufraga nella 2^ parte. Forse due Under in coppia sulla corsia di sinistra son troppi. Sull’1-2 ci si aspettava un cambio di modulo, ma le sostituzioni generano un po’ di confusione e facilitano l’ostruzionismo brindisino.
IL TOP – MORRA (voto 7,5): nella giornata di grigiore è l’unico che si merita un posto al sole. Non è solo il gol con firma d’autore di re d’area, ma unisce una prova di carattere e di qualità, sempre spina nel fianco delle difese avversarie. Una garanzia!
IL FLOP – CANNITO (voto 5): amnesie che somigliano molto allo smemorato di Collegno. Confusionario e poco propositivo nell’impostazione, lascia a desiderare nel suo mestiere principale di difensore, dimenticando Pignataro nell’occasione dell’1-2.
LOSETO (voto 6+): la sua luce si accende ad intermittenza come una lanterna. Ha avuto comunque il merito di effettuare l’assist del gol ed un bel calcio di punizione. Si intravvede che in mezzo al campo è l’unico potenzialmente in possesso del guizzo.
CARDINALE (voto 6+): vedendolo nell’Omnia, era l’under dei miei pensieri. Ma li giocava da esterno. Ha mostrato comunque piglio e personalità in mezzo al campo, anche se li è tutta un’altra storia di fronte a grandi volponi.
COLANGIONE (voto 6): fa la chioccia della difesa a 3, che all’occorrenza diventa a 5. Non ci sono grosse sbavature, ma si accorge della differenza dei partners rispetto alla  scorsa stagione, toccandogli di fare gli straordinari specie nelle parti alte, in attesa di Anaclerio.
MANZARI (voto 6-): è poco incisivo, perché servito poco. Con generosità, caratteristica del suo pedigree, sgomita a destra e sinistra, ma sovrastato nella morsa dei colossi avversari.
SANTORO (voto 6-): il ragazzo ha velocità da centometrista e nel ruolo sarà molto utile a seconda della gara. Parte bene, poi sulla sinistra 2 under risultano troppi e nel corso della gara si va spegnendo.
ZINETTI (voto 6-): reduce da infortunio, subentra in corsa e dei centrocampisti è quello che ha più gamba. Un batticuore su un retropassaggio, ma crea vivacità sulla destra con più cross, non sempre centrando il bersaglio.
LEUCI (voto 6-): nessuna colpa nei 2 gol, ma da lui ci si aspetta sempre il miracolo di Lourdes salva risultato, che non c’è stato. Impegnato di fatto una sola volta, prima del corner dell’1-1: parata plastica evitabile o deviazione che la rende insidiosa?
SISALLI (voto 5,5): parte troppo basso, quasi in linea dei 3 difensori e forse dal lato opposto, x lui che ama rientrare. Prova qualche guizzo, ma con scarso risultato, perché non è nella condizione mentale giusta e va pertanto rivisto. Da buon professionista avrebbe potuto alzare bandiera bianca prima.
MONTEDURO (voto 5,5): una patata troppo bollente il ruolo di centrale in una difesa a 3 per un under, contro 2 sguscianti e veterani attaccanti, tra l’altro in condominio con un pari età. Spesso si accende la spia dell’allarme rosso.
DE VIVO (voto 5): in pochi minuti fa spazientire il pubblico per alcune cervellotiche idee,  frutto della sua voglia di lasciare subito un segno. Ma il ragazzo si farà, perché ha comunque i mezzi per essere protagonista.
LORUSSO (voto 5): si contende con Cannito la palma del flop di giornata. Lumachina e macchinoso, fa rimpiangere il Babà Diagne’, più funzionale alla causa. Un paio di lanci non del tutto utili, un tiro, ma una manovra alla moviola e 2 palle alla nitro glicerina perse in zona calda. Serve una mossa.
SGUERA (N.G.): troppo tardi l’ingresso per uno dei più in forma di precampionato.
DE SANTIS – DIAGNÈ (N.G.)
GALLO (voto 10): confeziona in pochi giorni un terreno tra il prato del golf e il tavolo di biliardo.

 

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami