Corato Calcio, le pagelle di Nico Como

CORATO CALCIO - BARLETTA: 2-1

le pagelle di nico como
Le pagelle di Nico Como

“Le pagelle di Nico Como” è la rubrica a firma di Nico Como che, ogni settimana, assegna i voti alle prestazioni di ciascun giocatore nell’ultima gara disputata, senza rinunciare a qualche giudizio sui vertici societari.

CORATO CALCIO – BARLETTA: 2-1

CASTELLETTI: (Voto 7-): partenza ad handicap, con azione fotocopia dei 2 goal rimediati con l’Otranto. Tocca anche a lui evitare una ripartenza da 1 contro 2 a 70″ dal via. Si riscatta, iniettando la solita scossa a fine 1^ tempo e azzeccando le giuste correzioni.

LACARRA (Voto 7,5): va in gol da puro contorsionista ed esulta pure, anche giustamente. Evidentemente, uno dei tanti ex ha avuto una separazione giudiziale e non consensuale, senza figli a carico. Ma la meritata ciliegina del gol, e solamente il coronamento della solita generosa, instancabile prestazione, per preparare i motori per quella gara che aspetta da 2 mesi.

CIRIGLIANO (Voto 7,5): in silenziosa attesa, risponde da vero sicario di area di rigore. Forse il rimpianto di non averlo utilizzato di più in altre occasioni? Vedremo. Intanto il suo innesto spariglia le carte e rimette in equilibrio il risultato, ma crea assist e altra palla gol.

ZINETTI (Voto 7,5): tenuto forse precauzionalmente fuori in quanto diffidato, a colpo d’occhio sterza in carreggiata una vettura che rischiava il burrone, con 2 prepotenti azioni personali, intervallate da una pennellata del miglior Giotto per la testa di Cirigliano (1-1).

NEGRO (Voto 7): nel 1^ tempo si incaponisce con saette che ci stanno, a volte un po’ velleitarie. Poi si riscatta con quella che è la sua firma d’autore, con l’acuto degno di Sanremo, cioè l’invito su punizione per l’inzuccata di Lacarra.

ASSELTI (Voto 7): non ha colpe nè sull’azione del gol, nè sulle altre ripartenze subite, in quanto a saltare in area (in una sfiorando il gol). Nel contempo tiene bene gli assalti avversari, specie nel 2^ tempo.

SGUERA (Voto 7-): Prova a rinnegare i suoi natali in particolare nella prima frazione, svettando di testa su tutti e colpendo il legno superiore. Continua in altre 2 circostanze, ma poi è poco efficace.

DIAGNÈ (Voto 7-): è sempre il re della foresta centrale, lotta, propone in qualche circostanza poco lucido. Ma uno come lui, sempre meglio averlo.

BELLUOCCIO (Voto 7-): i pericoli maggiori vengono dalla fascia sinistra. Lui si distingue per tenacia e 2-3 buoni anticipi. Da migliorare la fase d’impostazione nella quale commette qualche errorino di “abc”.

CORMIO (Voto 7-): mette ordine a centrocampo e contribuisce nella svolta che porta al 2-1 finale.

COLANGIONE (Voto 6,5): è più lento e macchinoso del solito ed in un paio di circostanze va in difficoltà in velocità. Poi come tutta la squadra, si raddrizza nella 2^ metà non soffrendo più.

PIARULLI (Voto 6,5): è una luce che si accende come un faro di mare, accenna discreti numeri (nel 1^ tempo) a momenti di oscurità. Ricordarsi sempre immatricolazione 99′.

ZINGRILLO (Voto 6+): prova a rincorrere Trotta in occasione del gol ma non ci riesce, perché troppo distanziato. Parte benino con una incursione centrale che lo porta ad un tiro in diagonale che si perde a fil di palo. Poi si spegne ed anzi commette un clamoroso regalo che consente una ripartenza che poteva essere letale.

ASSELLTI (Voto 6+): quotazioni in calo rispetto alla prestazione di Casarano. Si propone molto, a volte a vuoto perché servito poco. Si perde distrattamente la marcatura di Saani a metà 1^ tempo, che lo brucia da dietro, rischiando la capitolazione.

LEUCI (NG): a freddo fu l’ultimo gol incassato, ad Otranto, più ghiacciato, il gol lampo che ha rotto l’incantesimo della imbattibilità dopo 358′ a soli 22′ dalla striscia di Addario del Bitonto di 380′, la più lunga del campionato. Un vero peccato! Ma oltre a quella occasione, ancora inoperoso.

D’ADDATO – COTELLO (N.G.)

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami