Corato ai raggi X

OTRANTO - CORATO 1-1. La quiete dopo la tempesta. Otranto ricorda estate, turismo, sole. Ma domenica è successo tutto l'opposto in 2', dal 40' al 42'.

Corato ai raggi X
Corato ai raggi X

Nella nuova rubrica de Lo Stradone, ogni settimana Nico Como passa ai raggi X le partite disputate dall’USD Corato nel campionato di eccellenza pugliese.

OTRANTO – CORATO 1-1

La quiete dopo la tempesta

Otranto ricorda estate, turismo, sole. Ma domenica è successo tutto l’opposto in 2′, dal 40′ al 42′.

Una partita che si avvia al tè caldo sullo 0-0, occasione per Diarra a cui risponde l’esecuzione ritardata di Sisalli. Poi esplode una doppia bomba d’acqua al 40′, quando una dormita collettiva della difesa coratina, consente ai locali il vantaggio, su un cross basso, che attraversa tutta l’area fino al 2° palo, gelando i neroverdi e quando l’altra bomba, quella vera che piange dal cielo, in pochi attimi allaga il campo all’inverosimile, mandando tutti negli spogliatoi.

Divergenti sono chiaramente le volontà, da una parte chi vince che vuol continuare a giocare, chi perde che vuol tornare a casa. Gara momentaneamente sospesa e finita la pioggia, dopo 20′ circa (un’ora dalla sospensione) il terreno diventa agibile e si ricomincia.

Unica occasione per i locali dopo pochi minuti, poi diventa un monologo barese. Tante occasioni da rete sventate da palo e portiere leccese, ma la svolta è l’ingresso del giovane Matera, classe 2001′, prodotto di casa.

Ma quindi ci sono validi ragazzi nella Juniores coratina!? Non sarebbe il caso di seguirla più da vicino? Il pareggio è sacrosanto, così come l’impegno e la determinazione che tutti hanno profuso, di fronte ad una squadra solida. Un pareggio che quantomeno non manda a mare tutto, ma che rimanda l’appuntamento al crocevia della stagione: la semifinale di ritorno di Coppa contro il Barletta.

È lì che la società fisserà i suoi obiettivi e di conseguenza come muoversi sul mercato. I limiti sono agli occhi di tutti, ma l’assenza forzata e prolungata di Morra, ha aggiunto un problema in più, in attacco, dove manca fisicità e prolificità (Sguera e Loseto i cannonieri con 3 reti).

Ma permettetemi una cosa: per giovedì, agibilità permettendo (si parla di tribuna ospiti aperta ai coratini), serve l’apporto dei tifosi, quelli veri, ultras compresi che lo sono. Dopo di che, non ci sarà spazio ad alibi e recriminazioni e qualunque sia poi l’epilogo ne saremo tutti responsabili. Ieri è tornata la quiete dopo la tempesta della singola partita, perché ora, con spirito positivo non può tornare per l’intera stagione?

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami