Corato ai raggi X

CORATO - UNIONE CALCIO 2-1. Fuori dalle sabbie mobili. Era il sigillo ad una salvezza già in tasca, grazie ad una quota che si è di fatto abbassata di molto e che potrebbe arrivare anche a meno di 30 punti (già superati), in virtù della resa contemporanea di Molfetta Sportiva, Alto Salento e dello stesso Terlizzi, risucchiato fino al terz'ultimo posto, con uno dei 2 play-out che neanche si disputerà

Corato ai raggi X

Nella rubrica de Lo Stradone, ogni settimana Nico Como passa ai raggi X le partite disputate dall’USD Corato nel campionato di eccellenza pugliese.

CORATO – UNIONE CALCIO 2-1
Fuori dalle sabbie mobili
Era il sigillo ad una salvezza già in tasca, grazie ad una quota che si è di fatto abbassata di molto e che potrebbe arrivare anche a meno di 30 punti (già superati), in virtù della resa contemporanea di Molfetta Sportiva, Alto Salento e dello stesso Terlizzi, risucchiato fino al terz’ultimo posto, con uno dei 2 play-out che neanche si disputerà.

Ma ieri serviva una vittoria che desse dignità a squadra, calciatori e tifosi, che dì fatto non vincevano dalla 2^ giornata di ritorno contro il Vieste, nelle partite serie.

Un primo tempo in cui il 4-3-1-2 di Castelletti, ha approfittato di un atteggiamento timido, se non rinunciatario dei biscegliesi, che partivano con un 5-3-2, all’occorrenza 5-4-1. La sfida, nella 1^ parte tecnicamente mediocre, ma vera da un punto di vista agonistico, sì vivacizza nella 2^ frazione, in virtù dello sblocco del risultato poco prima del te’, per un guizzo di Zinetti (che poi raddoppia), costringendo gli ospiti a cambiare marcia e rintuzzare ogni colpo e tenendo sempre in piedi il risultato, credendoci fino in fondo e riaprendola con Albrizio e tenendo in apprensione il Corato negli ultimi minuti.

Nulla di immeritato, chiariamo, per Colangione & C., anche perché nel momento chiave del 1^ tempo, allo stesso era stata negata un’altra rete e non solo a lui.

Ma nulla di grave, anche per l’Unione: perdere punti a Corato ci può stare. La sua rosa non è affatto inferiore almeno rispetto a quella del Terlizzi, cui dovrebbe quantomeno soffiargli la gara casalinga per gli eventuali play-out.

Per i neroverdi, pur con la 19^ gara su 25, macchiata da una rete subita e le polveri bagnate di Morra per la 4^ gara consecutiva, la disputa del 3^ campionato di Eccellenza di fila, e’ ormai in tasca.

Serve solo l’ufficialità della matematica, che potrebbe già arrivare nell’arco di 2 settimane, ma anche un ulteriore sforzo di orgoglio e dignità per non archiviare l’annata come un nuovo fallimento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami