Consiglio comunale deserto, parla Loiodice

«Se l’assenza è improvvisa non può essere annunciata - scrive Tommaso Loiodice riguardo al post del sindaco Mazzilli - e se si tratta di assenze per sopraggiunti impedimenti non si comprende quale sia il nesso con la dialettica politica» 

Consiglio comunale andato deserto, parla Loiodice
Il consigliere comunale Tommaso Loiodice

In seguito al post su Facebook con il quale il sindaco Mazzilli ha spiegato la sua mancata partecipazione alla prima convocazione dell’assise comunale, il consigliere Tommaso Loiodice (capogruppo PD), dando seguito alla sua iniziale reazione, invia una nota di riflessione.

“Definire pietoso quanto accaduto venerdì sera in aula consiliare, significa avere rispetto di coloro che appartengono a questa evanescente maggioranza di governo cittadino che ha ben pensato di far andare deserta la seduta di consiglio comunale non presentandosi in aula venerdì 6 luglio. La pietas romana infatti è un sentimento che induce amore, compassione e rispetto per gli altri ma questi signori non meriterebbero tutto ciò” scrive Tommaso Loiodice, dichiarando di essere cresciuto nutrendosi di sani principi di democrazia.

“Mi hanno da sempre insegnato che sui principi democratici e nel rispetto della persona trovano fondamento i modelli di convivenza civile – dichiara Loiodice – Poiché quanto accaduto è segno di massima inciviltà, se ne deduce che a Corato non regna la democrazia ma la dittatura. La dittatura del nulla, del non governare, del vivere alla giornata (politicamente parlando), dell’essere affannosamente alla ricerca continua di numeri che garantiscano nuove maggioranze, facendo sì che una comunità ritenuta un modello esemplare da imitare, il fiore all’occhiello del Nord barese, retrocedesse, negli ultimi anni,  all’ultimo posto nei confronti dei comuni viciniori”.

Tornando a porre l’attenzione sul consiglio comunale di venerdì, il consigliere di minoranza si chiede “come si può non stigmatizzare il comportamento come indecoroso e irrispettoso di questa pseudo maggioranza nei confronti non solo di quei consiglieri (sei di minoranza e due di “maggioranza?”) presenti in aula ma anche delle istituzioni? A questi signori vorrei ricordare che i loro colleghi sono delle persone e che  il “Consiglio Comunale” rappresenta la massima assise cittadina e di riflesso l’intera cittadinanza”.

Rivolgendosi ai coratini, Loiodice, inoltre, li invita a prendere atto, semmai non l’avessero già fatto, “che il sindaco Mazzilli e la sua fumosa maggioranza non ha il benché minimo rispetto per gli stessi, al pari del presidente del consiglio Ignazio Salerno che teoricamente, ma molto teoricamente, dovrebbe essere la figura super partes garante delle rappresentanze democraticamente elette e che ha ritenuto, anch’egli, opportuno assentarsi, palesando ancora una volta di non poter più garantire l’imparzialità. Il presidente Salerno, avendo palesato di politicizzare il suo mandato farebbe cosa saggia a non attendere un ulteriore mozione di sfiducia dimettendosi dalla carica”.

Ribadendo ciò che ha scritto in suo post, ovvero “non hanno solo toccato e raschiato il fondo, lo hanno perforato”, Loiodice spiega che il bon ton istituzionale vuole che tutti i consiglieri, o perlomeno i capigruppo, vengano avvisati per tempo della mancata celebrazione del Consiglio Comunale.

“Per noi del Partito Democratico – sottolinea Loiodice – la politica è quell’arte nobile del mettersi al servizio degli altri in maniera totalmente gratuita e distaccata dagli interessi personali, cosa che a quanto pare non appartiene a tutti, se è vero che il motivo delle assenze sia legato a dissapori interni alla maggioranza per una mera spartizione di incarichi di sottogoverno. Questo forse lo scopriremo nei prossimi giorni, come scopriremo se il signor primo cittadino intende nominare un suo vice o continua a soffrire di narcisistica onnipotenza”.

E relativamente al post del sindaco Mazzilli, il consigliere del PD lo considera “come sempre autocelebrativo, e che va a peggiorare il tutto perchè chiede scusa sì, ma solo ai due consiglieri di maggioranza presenti, Cataldo Mazzilli e Franco Caputo, offendendo la loro intelligenza e dimostrando ancora una volta che la politica che egli conosce è quella con la p minuscola”.

“In primis offende i due perché è del tutto evidente che ciò che gli interessa sono i loro voti per approvare i punti all’ordine del giorno del prossimo consiglio, ponendoli al pubblico ludibrio –  continua Loiodice – inconsciamente poi rende pubblico il suo modo di intendere i principi democratici che regolano la vita di una collettività: le minoranze non esistono e men che meno vanno ascoltate; l’importante è che si faccia ciò che voglio io e come dico io. Sindaco ma non è che questa voglia dell’Io a tutti i costi è stata la concausa dell’infinita crisi amministrativa?”.

Analizzando il post del sindaco, in particolare due passaggi, ovvero  “È andata deserta per l’improvvisa annunciata assenza di alcuni consiglieri comunali” e  “spero che quanto accaduto sia riconducibile nella sfera della cosiddetta “dialettica politica”, Loiodice ritiene che in questo modo si offendano le intelligenze dei cittadini. “Non abbiamo l’anello al naso – continua – intanto si metta d’accordo con se stesso. Se l’assenza è improvvisa non può essere annunciata e se si tratta di assenze per sopraggiunti impedimenti non si comprende quale sia il nesso con la dialettica politica. Per la seconda volta mi trovo costretto a dire che avrebbe fatto meglio a non pubblicare il post, in verità sono tanti i post in cui si auto smentisce”.

Infine, il consigliere Loiodice conclude la sua riflessione rivolgendosi al sindaco: “Ha più volte annunciato che sarebbe venuto in Consiglio Comunale a svelare tutti gli accadimenti arcani, i ricatti che ha subito nel corso di questi quattro anni. Lunedì apra il consiglio comunale come è doveroso da parte sua, dicendo pubblicamente alla città quali sono stati e sono questi misteri arcani che avvolgono il suo mandato. Non dico che si riscatterà totalmente ma di sicuro ne verrà fuori in maniera più dignitosa”.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami