ConfConsumatori si costituisce parte offesa nel procedimento sul disastro ferroviario

La ConfConsumatori si è costituita parte offesa, per il tramite dell’Avv. Roberto Loizzo del foro di Bari, nel procedimento penale della Procura di Trani sul disastro ferroviario dello scorso 12 luglio sulla tratta Corato-Andria della Ferrotramviaria.

Ricordiamo che l’inchiesta è divisa in tre filoni e seguita da un pool di cinque pm che dovrà ricostruire le responsabilità, chiarire se c’è stato un errore umano e soprattutto verificare la gestione del traffico sulla linea interessata.

Diversi i capi di imputazione ipotizzati, dal reato di disastro ferroviario colposo, all’omicidio colposo plurimo e lesioni personali colpose plurime.

«Porteremo la nostra collaborazione ai Pubblici Ministeri incaricati delle indagini, affinchè si possa fare luce su questa drammatica vicenda che ha sconvolto la Puglia e tutta l’Italia» ha dichiarato l’Avvocato Roberto Loizzo che, insieme agli Avvocati Antonio Pinto, Presidente della ConfConsumatori Puglia e Pasquale Trigiante, esperto in sinistri, seguiranno il caso in questione. «Non vogliamo accontentarci di sentirci dire che è stato solo un errore umano, ma andremo in fondo alla questione perché ci sono molti punti oscuri che devono essere chiariti».

Il pool di avvocati costituitosi parte offesa a nome e per conto della nota Associazione italiana, punta anche a chiarire la questione sull’impiego dei fondi europei impegnati in quella tratta

Lascia un commento

Lasciaci il tuo parere!

avatar
  Subscribe  
Notificami