Concorso Letterario Cataldo Leone 2018 – Le foto

Ecco chi sono i premiati della IX Edizione della manifestazione che celebra l'illustre professore

Concorso Letterario Cataldo Leone 2018
Concorso Letterario Cataldo Leone 2018

Giunge a conclusione la 9^ edizione del concorso letterario “Prof. Cataldo Leone” città di Corato, organizzato dall’omonima associazione allo scopo di celebrare l’illustre figura del professor Leone e promuovere la conoscenza di altre figure, coratine e non, che con il loro operato hanno dato lustro al nostro paese, quest’anno dedicata a Matteo Renato Imbriani e Vinci Verginelli.

Condotta dal giornalista Franco Tempesta, nel chiostro del palazzo di città, questa mattina si è tenuta la cerimonia di premiazione del Concorso.

Golden sponsor, sin dalla prima edizione, l’azienda Adriatica Industriale di Cataldo Mazzilli, a cui hanno fatto seguito negli anni il Comune di Corato, la Pro Loco Quadratum e la famiglia Calvi attraverso l’assegnazione di borse di studio in danaro.

Ben 310 gli elaborati pervenuti dalle scuole secondarie inferiori e superiori di Corato, Trani, Andria e Ruvo.

Soddisfatto del fermento culturale suscitato dal concorso il presidente Massimo Martinelli, nel ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per la buona riuscita dell’evento ed in particolare il “mentore” prof. Nicola Tullo, svela che «il decennale del Premio, a tenersi l’anno prossimo, sarà nuovamente dedicato al prof. Leone per celebrarlo in maniera adeguata e comprenderà anche una serie di eventi collaterali».

Nel saluto della Pro Loco, quale sede per la ricezione degli elaborati, il presidente Gerardo Strippoli si sofferma sul «triplice obiettivo del Concorso: contribuire allo sviluppo culturale di Corato, fornire stimoli ai ragazzi, portare a conoscenza figure di uomini illustri».

Cataldo Mazzilli, titolare dell’azienda Adriatica Industriale, auspica per detto Concorso Letterario «un respiro più ampio, magari regionale o nazionale». 

Un’esortazione colta al balzo dal sindaco Massimo Mazzilli, il quale, plaudendo alla bella sinergia creatasi tra il mondo della scuola, dell’associazionismo e delle imprese, assicura che «possiamo aprire un canale di lavoro nel territorio del Parco e della Città Metropolitana. Lo proporremo in occasione della 10ma edizione».

L’intervento sulle figure di Imbriani e Verginelli è affidato alla prof.ssa Monica Tommasicchio, mentre l’analisi circa gli elaborati viene esplicitata dalle docenti De Benedittis e Bevilacqua, rispettivamente per la sezione prosa e poesia. «In alcuni momenti siamo rimasti incantati dalla narrazione dei ragazzi – dichiara Antonella De Benedittis la quale, condividendo gli obiettivi del Concorso «atto a tener viva la memoria di un paese che di memoria ne ha poca», esorta i giovani a non lasciarsi «imprigionare dai voti, perchè sono solo uno degli aspetti del percorso scolastico». 

Di natura più provocatoria la chiosa di Nunzia Bevilacqua. Dopo aver preso atto che: «Poche sono state le poesie dedicate ai personaggi oggetto del concorso, la maggior parte a tema libero», sprona le scuole «ad avere più coraggio nell’affrontare tematiche sotto forma poetica che esplode poi nella composizione» e ad essere «più incisive nell’approfondire vita e virtù dei personaggi celebrati».

Profondo e poetico l’intervento della prof.ssa Palma Camastra, docente di lingua e letteratura tardoantica presso l’UNIBA Aldo Moro con il quale ricorda ai giovani «il fascino della Letteratura, poichè non è separata dalla vita quotidiana, bensì continua ricerca di sè stessi, dell’altro e dell’Altro», ribadisce quanto «la scrittura sia esercizio di ascolto, ricerca della parola vera e traduzione della verità»; esorta a studiare perchè «è necessario arrivare preparati, scrittori non ci si improvvisa. L’arte non è spontaneismo. Bisogna conoscere la lingua, gli artisti che hanno sperimentato e innovato le espressioni linguistiche nei secoli, studiare la tradizione perchè noi siamo da una parte frutto della pianta da cui siamo nati e, allo stesso modo, frutto della cultura del nostro tempo», infine sollecita i giovani presenti a non «restare spettatori inerti della vita e ad essere grati ai maestri che vi stimolano, anche quando vi richiamano al dovere».

Al termine di tutti i discorsi sono state consegnate le targhe alle giurie. Per la sezione prosa scuole medie inferiori: proff. Lucia De Savino, Santa Porro, Alessandra Loprieno; per la sezione prosa scuole medie superiori proff: Giusi Quinto, Antonella De Benedittis, Cinzia Strippoli; per la sezione poesia: Nunzia Bevilacqua, Alberto Tarantini, Vito di Chio.

Premiate anche tutte le scuole partecipanti con coppe offerte dalla Team Ufficio Paghe di Maurizio Balducci: ITET Tannoia Corato, S.M.S Giovanni XXIII Corato, Liceo Artistico Federico II Corato, SMS Imbriani Corato, Istituto Comprensivo Oriani Tandoi Corato, SMS Santarella Corato, Liceo Scientifico Nuzzi Andria, Liceo Scientifico e Linguistico Tedone Ruvo di Puglia, Liceo Scientifico Vecchi Trani.

La SMS De Gasperi di Corato è risultata vincitrice della borsa di studio offerta dall’Associazione Cataldo Leone per aver inviato più componimenti.

Tra gli alunni segnalati risultano:

SEZIONE PROSA SCUOLE MEDIE INFERIORI

Lopetuso Giulia (Giovanni XXIII) – coppa Team Ufficio Service;

Bucci Angelica (Imbriani) – libro prof. Leone;

SEZIONE PROSA SCUOLE MEDIE SUPERIORI

Piacente Anna Paola (Liceo Oriani) – coppa Guidotti;

Di Bisceglie Miriana (Liceo Artistico Federico II) – libro prof.ssa Tommasicchio.

SEZIONE POESIA SCUOLE MEDIE INFERIORI

Mangione Martina (De Gasperi) – libro prof.ssa Tommasicchio;

Labianca Mariano (Santarella) – libro prof.ssa Tommasicchio.

SEZIONE POESIA SCUOLE MEDIE SUPERIORI

Carnicella Ornella (Liceo Tedone) – libro prof. Leone.

PREMI SPECIALI

Borsa di studio Pro Loco pari ad euro 100,00 a Papaleo Alessia, scuola De Gasperi, con “Caro Diario ti presento una leggenda”.

Borsa di studio prof. Domenico Calvi pari ad euro 200,00 a Maldera Niccolò, Liceo Oriani, con “Epistola dell’esteta”.

SUL PODIO

PER LA SEZIONE PROSA

3° classificato – borsa di studio Adriatica Industriale di euro 150,00: Scardigno Ilaria, scuola Imbriani, con “Tutti per uno, uno per tutti”;

3° classificato – borsa di studio Adriatica Industriale di euro 150,00, Martinelli Gaia, liceo artistico Federico II, con “Fuori dalla cornice”;

2° classificato – borsa di studio Adriatica Industriale di euro 250,00, Tandoi Giorgia, scuola Giovanni XXIII, con “Lettera”;

2° classificato – borsa di studio Adriatica Industriale di euro 250,00, Mariano Stefano, liceo Oriani, con “Adam è il mio nome”;

1° classificato – borsa di studio Adriatica Industriale di euro 500,00, Squicciarini Ivan Nicola, scuola Santarella, con “La Città”;

1° classificato – borsa di studio Adriatica Industriale di euro 500,00, Varesano Edoardo, Liceo Scientifico Tedone “Accadde in via Toledo”.

PER LA SEZIONE POESIA

1° classificato – borsa di studio Comune di Corato di euro 250,00, Pistilli Monica Patrizia, scuola De Gasperi con “Caro amico speciale”;

1° classificato – borsa di studio Comune di Corato di euro 250,00, Ambrosino Alessia, Liceo Oriani con “Lascia che io sia le tue ali”.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami