Il concorso Corato Plus premia la sensibilità per l’ambiente

Il concorso indetto dal Consiglio Comunale dei Ragazzi rivolto agli studenti di Corato.

La premiazione del concorso Corato Plus.
La premiazione del concorso Corato Plus.

Si è concluso, sabato 17 giugno, il concorso Corato Plus, iniziativa proposta dall’Assessore alla Pubblica Istruzione Mara Zezza al Consiglio Comunale dei Ragazzi, presieduto dal giovane “sindaco” Michele Bernocco.

Ad elaborare tutti i termini del bando del concorso Corato Plus sono stati gli stessi giovani membri del Consiglio Comunale dei ragazzi. Rivolto agli studenti delle ultime classi di tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado di Corato, il concorso ha invitato a realizzare un disegno e uno slogan sul tema della raccolta differenziata dei rifiuti.

Ben 86 gli elaborati presentati dagli studenti che hanno aderito all’iniziativa di sensibilizzazione alla tematica ambientale, tutti attualmente esposti all’interno del Chiostro del Palazzo di Città, fino a venerdì.

Fra questi, sono stati selezionati dagli stessi consiglieri comunali del Consiglio Comunale dei ragazzi i primi tre elaborati più rappresentativi degli intenti del concorso.

L’elaborato classificatosi al primo posto, quello di  Alessia Piccolomo, alunna della quinta classe dell’I. C. “Imbriani-Piccarreta”, sarà affisso per le strade della nostra città, in collaborazione don l’Asipu.

«Questa iniziativa rientra nel progetto di valorizzazione dei nostri figli, soprattutto in merito alla sensibilizzazione ad un tema importante come l’ambiente che ci impegniamo a migliorare per loro» – ha dichiarato il sindaco Massimo Mazzilli.

«In qualità di assessore all’Ambiente, – ha aggiunto Luigi Musci –  ritengo che la numerosa partecipazione degli studenti a proposito del tema scelto, riveli una grande sensibilità verso la problematica ambientale e lo sviluppo sostenibile».

«Un ringraziamento va agli insegnanti e alle famiglie che hanno accolto favorevolmente questa iniziativa e a tutti i ragazzi per essersi messi in gioco» ha concluso l’assessore Mara Zezza.

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami